Lampostorie di Evaporata

Ti ricordi la pioggia?

Ti ricordi la pioggia? Ti ricordi l’acqua? Ti ricordi l’aria? E il sole, il cielo, le nuvole sopra quella palla colorata dove stavamo tutti a nutrirci di lei che generosamente si donava. Sì mi ricordo, rispose la notte, ma è meglio se vai a dormire altrimenti perdi anche me.

Fotografia · qualche pezzo di me

Svolazzi

Dodici bozze in stallo richiamano ogni giorno la mia attenzione per chiedere quando deciderò di pubblicarle. Io clicco, entro, rileggo, rifletto ed esco lsciandole a languire. Non per pigrizia, ma perché sono distratta. La vita in questo nuovo anno appare più complicata del solito e i pensieri svolazzano da tutte le parti senza riuscire a… Continua a leggere Svolazzi

qualche pezzo di me

Corpo/cella Cervello/tana

Sconto i giorni come un carcerato in detenzione Gente che viene e gente che va davanti ai miei occhi Io parlo, rispondo come una macchina a tecnologia avanzata faccio il mio dovere da essere umano con maniacale perfezione La ricerca della perfezione diventa un passatempo Cerco un appiglio per arrivare in fretta alla fine della… Continua a leggere Corpo/cella Cervello/tana

Filastrocche · Lampostorie di Evaporata

Mit gallinen* (sogni di gallina)**

Crestina (per gli amici Tina) la gallina ballava il tango dentro una vetrina lungo le strade di Nuova York. Lei era schiava di un malandrino che la teneva dentro un tombino per darla in pasto ai turisti che inserivano dollari tristi nella fessura della teca dove stanziava la povera gallina. Ad ogni soldo scattava una… Continua a leggere Mit gallinen* (sogni di gallina)**

Ambiente · famiglia · Freak · Lifestyle · Opinione · Report

Una famiglia in cenere

Il mio 2017 si è chiuso con un lutto e il 2018 si è aperto nello stesso modo. Poco prima di Natale se n’è andato un carissimo amico e, ieri, l’unica zia che avevo è passata a miglior vita. Era la sorella di papà e abitava lontano da me, ci siamo viste per l’ultima volta… Continua a leggere Una famiglia in cenere