9 pensieri riguardo “Parole silenziose

  1. Io le scrivo su carta, in quaderni e agende, le parole che penso e che voglio rimangano, perché in questo posto virtuale, le parole sono aleatorie, volatili, occupano lo spazio di pochi secondi e poi si passa ad altro. Tu le hai scritte nei libri, ma oggi scrivono tutti e anche i libri sono presto dimenticati perché ne vengono pubblicati altri, da un’editoria che ormai non cerca capolavori ma solo una possibilità di guadagno e stampa qualsiasi cosa, purché la stampa venga pagata.

    Piace a 1 persona

  2. La rete è come un mare magnum, un post è un po’ come un messaggio in bottiglia, prima o poi si spiaggerà lì dove la corrente lo porta – anche la vita, io credo, funzioni così – ma se mai gettiamo la bottiglia con il messaggio… 🐾🌹

    Piace a 1 persona

  3. Ti prendo alla lettera.
    Anch’io scrivo molto per il blog (tu sei anche Autrice, lo so) ma pubblico solo un “Post” al giorno.
    Al massimo, se sono a corto di ispirazione, apro il cassetto ed estraggo un “post” mai pubblicato.
    Accade tuttavia che a volte, dopo tanto tempo che un “post” giace nel cassetto, poi alla lettura mi appaia stonato, non in sintonia con il tempo attuale. Per cui rimarrà un “Post” solo in “Potenza”, non in “Atto”. (la mia prof di Filosofia sarebbe lieta di questa aristotelica citazione).

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.