comunicazione · Cronache collinari · Informazioni · qualche pezzo di me

La rinascita

Questo è Salice Terme, il mio paese

Questo è il suo grande parco con il famoso Grand Hotel che vedete in mezzo

Questo signore ha acquistato il complesso “Terme” con annessi e connessi, ossia il grandissimo parco, la piscina lido, lo storico e ormai fatiscente Grand Hotel che ha ospitato l’alta nobiltà e grandi celebrità, campi da tennis, scuderia e diversi locali di svago e ballo. Acquisto fatto alla quarta asta per poco più di un un milione e mezzo di eurini, ossia il costo di una bella villa al mare.

cliccate sull’immagine per conoscerlo

 

Fino a una decina di anni fa l’economia del paese si reggeva sulle terme; nel momento del massimo splendore erano attivi ben venticinque alberghi, tanti bar e ristoranti.

Dal 2017, dopo il fallimento delle terme, gli alberghi vivi sono rimasti tre e lavorano solo pochi mesi all’anno. Salice ha perso le terme e tutto l’indotto e, di conseguenza, migliaia di posti di lavoro.

Attualmente l’economia si basa su una decina di locali, tra discoteche, bar e ristoranti, più due piscine, aperti principalmente nei mesi estivi, che riempiono il paese di persone, giovani soprattutto, basandosi sul classico turismo mordi e fuggi. Niente a che vedere con il grande movimento economico prodotto dall’attività termale negli anni di massimo splendore.

Ora noi salicesi e tutto il territorio intorno, poniamo grandi speranze sul nuovo proprietario del fulcro vitale del paese; essendo lui già proprietario di famosissime attività termali, nonché Presidente della Federterme, potrebbe dare nuova vita a questo paese che ha un potenziale enorme per creare posti di lavoro, portando tanto ossigeno a tutta la vallata che godrebbe dell’indotto messo in circolo da questa attività.

Noi ci crediamo e speriamo!

10 pensieri riguardo “La rinascita

    1. Il Signor Caputi dice che in diciotto mesi riesce a fare tutto. Evidentemente studia il progetto da qualche anno, ha solo atteso che scendesse il prezzo.
      Il parco di Salice era uno splendore, ora ha solo bisogno che qualcuno si prenda cura di lui.
      Questa estate ho visto la splendida quercia di Ada Negri utilizzata come supporto per cavi della luce e pali per fare spettacolo, ora le manca un grosso pezzo di tronco.
      Ho pianto vedendo lo scempio che ne hanno fatto.

      Piace a 2 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.