Cronache collinari · Opinione

Quelli con i peli sulle gambe

Probabilmente tre mesi di clausura hanno fatto sì che tanti italiani siano stati colti da improvvisa vocazione per il ciclismo.
Nell’ultima settimana, andando a fare i miei giri su e giù per le colline, ho visto decuplicato il numero di persone in bicicletta.

Il mio paese si snoda in parte sulla strada statale del Penice che porta all’Appennino Emiliano, perciò nei fine settimana il transito di ciclisti e motociclisti è molto intenso, i ciclisti che la percorrono sono amatori abituati a fare tanti chilometri, tanta fatica e hanno tutti le gambe liscie come quelle di un’indossatrice.

Ultimamente, invece, vedo molti uomini che arrancano faticosamente nelle strade pianeggianti secondarie e sono tanti, ma proprio tanti.
Gente che, forse, non mette il culo in sella da quando aveva dieci anni e, oltre all’andatura sbilenca, il fiato corto, la trippa che straborda e la tendenza a stare in mezzo alla strada, il maggior segno di riconoscimento sono le gambe pelose.

Ci ho proprio fatto caso ieri, mentre tornavo dalla boschina, quando tre uomini mi hanno superata come ubriachi usciti dall’osteria.
Le loro biciclette sono quasi tutte nuove e qualcuno ha pure la pedalata assistita. Evidentemente hanno approfittatto dei bonus governativi per l’acquisto del mezzo.

Son proprio curiosa di vedere per quanto tempo resisterà viva questa smodata voglia di vita sana.

20 pensieri riguardo “Quelli con i peli sulle gambe

  1. Io facendo nuoto sono abituata ad una rasatura totale ogni giorno. Anche quando c’è stato il lockdow, e mi allenavo nella mia piscina in giardino, non ho smesso di depularmi. Per me è come pettinarmi i capelli o lavarmi i denti. 😊

    Piace a 1 persona

  2. Hai toccato un tasto dolente, non ho nulla contro i ciclisti, ma porca miseria, perché devono camminare nel mezzo della carreggiata e soprattutto superarmi da destra, che mi sale l’istinto omicida, poi penso al sangue e al fatto che sarebbe comunque colpa mia e li lascio andare, giusto ieri ho dovuto inchiodare in curva perché un ciclista della specie che tu hai descritto sopra, mi si è materializzato davanti ed era pure in controsenso, ho bestemmiato in aramaico e lui tranquillo e placido. Sono più pericolosi del corona virus.

    Piace a 2 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.