Opinione · qualche pezzo di me

Questo mondo surreale

In questi giorni si sente spesso parlare di situazione surreale o irreale, così gli umani percepiscono il mondo attuale infarcito di paure e orrori sconosciuti ai più.

Vivo sola da anni, già è noto. I miei unici parenti sono due vecchi zii ultraottantenni che, con questa brutta cosa, rischio di perdere.

Le mie amiche vivono in altri paesi. Sono preoccupata per la situazione mondiale e molto preoccupata per l’amica che ha il padre e il marito ricoverati in ospedale, ma per me stessa sono tranquilla.

Angoscia e paranoie sono sotto controllo, le porto appresso da sempre. So che potrebbero esplodere e farmi implodere, quindi farei danni solo a me stessa.

Mi sento sola, ma è così da tutta la vita.

Come ho scritto sopra, leggo e sento, su media e social, di un mondo surreale o irreale, ma io l’ho sempre visto così poiché, a causa dei miei problemi psichiatrici, tra cui il disturbo di depersonalizzazione, mi sono sempre sentita straniera tra gli umani.

Però ho anche imparato ad amare qualcuno di loro, forse qualcuno di troppo, ma va bene così.

21 risposte a "Questo mondo surreale"

  1. Siamo in tanti svuotati ma, necessariamente, pazienti. Basta applausi, cantate e altre stranezze, siamo rassegnati e non vediamo l’ora che finisca … per affrontare i problemi dopo, diversi ma altrettanto seri

    "Mi piace"

  2. Io invece incomincio ad essere stufa di tutti i messaggi buonisti esorcizzanti che arrivano da tutte le parti: le benedizioni urbi et orbi, le madonne che volano (e non solo quelle dette tra i denti, o urlate verso il cielo). Pare che a Medjugorie non appaia più (sarà perché non circolano turisti?) Quelli che cantano nelle piazze vuote (almeno qui da noi) degli sproloqui di certi politici che parlano davanti allo smartphon con la mascherina come se lo smartphone fosse infetto o avessero paura di infettarlo loro e un giorno dicono una cosa e il giorno dopo tutto il contrario…adesso esco e vado a innaffiare con la canna dell’acqua gelida l’imbecille che sta facendo un baccano d’inferno dando tutto gas alla moto, da fermo, nel cortile qui dietro. Ma che cosa gli dai gas, deficiente, tanto non puoi andare da nessuna parte?

    Piace a 1 persona

    1. Sono abituata anche a questo perché vivo in una via chiusa di un piccolo paese della Valle Staffora attraversato dalla SS del Penice. Qui ce sempre un silenzio totale e l’unico traffico è quesllo che vedo da lontano sula statale, ma il paese è quasi sempre deserto. Da questo punto di vista per me non è cambiato nulla.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.