Musica · Opinione

E potrei aggiungere ancora una categoria nuova

“Quelli che mi stanno sul…l’anima”, mi riferisco a personaggi pubblici/famosi.

Quest’estate ha veramente sfraccicato i maroni l’unto del signore Jovanotti. Io non lo sopporto più dal secolo scorso, ossia da quando ha cominciato a credere di essere il nuovo Messia. Anche musicalmente è diventato noioso come il mal di pancia, le ultime canzoni di successo sono stucchevoli dediche sempre uguali alla (sua) donna. A quanto pare ha pure scoperto la formula della felicità coniugale, ma con tutti i beach party che ha portato ad oltraggiar le spiagge d’Italia mi piacerebbe sapere se ha trovato il tempo di trom…fare l’amore qualche volta.

Se avete voglia leggete questo articolo di Wuming, è lungo, pesante e molto articolato, se riuscite a leggerlo fino in fondo c’è un interessante dibattito anche nei commenti.
Per esorcizzare l’ex “1,2,3 casino”, che almeno era simpatico, propongo uno che non ha mai amato apparire ma ha lasciato un segno indelebile: Lucio Battisti.

Grazie a Elena per aver trovato il sito dove si può ascoltare Lucio

 

54 risposte a "E potrei aggiungere ancora una categoria nuova"

  1. Un’altra che non ama Jovanotti, da sempre: presente! Lucio è Lucio, può piacere o non piacere ma è un grande e poi, se mi permettete, bisogna sempre contestualizzare il momento. Quello che oggi ci appare banale, perchè nel tempo stracopiazzato alla nausea, all’epoca era una vera innovazione. Penso ai Pink Floyd (che tu non ami), la cui musica oggi non ci stupisce, perchè certi effetti sono riprodotti elettronicamente, ma loro li creavano dal vero …

    Piace a 1 persona

  2. A me non è mai piaciuto ed è lontano anni luce dai miei gusti e questa era una premessa doverosa. Detto ciò, mi calo nei panni tecnici di chi fa un lavoro che, in questo paese sta diventando sempre più difficile da fare ovvero allestire situazioni musicali aperte al pubblico che non siano svolte nei palazzetti ed anche lì…troppo ce n’è da dire. Penso che riguardo il suo tour chi ha veramente cavalcato l’onda, arrivando all’esagerazione più che lui siano state tante altre persone che per interessi politici o strumentali o di visibilità ne abbiano voluto ricavare clamore. Da quel che so, anche per esperienza l’organizzazione di eventi del genere parte a livello di produzione molto prima.Si fanno sopralluoghi, di fanno riunioni, si ascoltano pareri, ci si adegua alle leggi nazionali e locali e in questo caso tutti quei passi sono stati compiuti con anche il wwf che ha dato direttive vincolanti. Ma siamo in Italia e se dipendesse da noi, un evento storico come Woodstock o quello dell’isola di White qui non si sarebbero mai potuti fare.La verità è che oggi per fare un concerto serve un miracolo. Le leggi antiterrorismo hanno dato il colpo di grazia ma gli amministratori locali spesso in cerca di mazzette riescono sempre a trovare impedimenti nuovi. La verità è che delle spiaggie che sono cementificate o all’abbandono non frega un cazzo di niente a nessuno ma diventano un pretesto se si muove una macchina da soldi dove, semplicemente tutti vogliono mangiare.E se non mangiano, perché la produzione magari non si piega ai ricatti locali allora, grazie anche si social, sui inscenano polemiche. Da noi fanno controlli esasperanti su tutto, poi ogni tanto guardo i cantieri edili e quel che vedo mi lascia basito. Per contro ska fine di lavora sempre di meno e con paghe sempre basse e il nostro settore è di fatto morto.

    Piace a 2 people

    1. Ecco bravo, ti ringrazio per l’ampliamento del discorso. A me mancano parecchi punti di vista e il tuo è importantissimo perché sei dentro l’argomento. E’ tragico vedere che la macchina della corruzione non si ferma proprio mai e come sempre chi ne fa le spese è la gente che lavora nei piani inferiori.

      Mi piace

      1. Purtroppo siamo in Italia e tutto quel che accade o non accade ha sempre molteplici piani di lettura. Di sicuro c’è che in questo e altri casi si creano spesso polveroni mediatici sul nulla dove, meno la gente conosce gli argomenti e più ne parla! E in questo sonno d’accordo con te che hanno rotto…ma non l’anima…proprio le palle!

        Piace a 2 people

      2. E’ lungo! L’ho iniziato a leggere poi ti dico! Solo una chiosa che faccio rispetto l’inizio dell’articolo…pure sti montanari scalatori che fanno tanto i santoni mica parlano di tutta la monnezza che lasciano sulle vette in cui vanno! Così, per dire! E qui si parla di spiagge in centri abitati, zone turistiche e non certo di isole ecologiche incontaminate! Comunque voglio leggerlo tutto.

        Mi piace

      3. Io non sono tanto d’accordo con loro perché temo siano un po’ estremisti, in ogni caso è interessante leggerlo anche se l’ho trovato molto difficile e troppo complicato. Serve un po’ di impegno. Manca di leggerezza e anche un po’ di sobrietà.

        Piace a 1 persona

      4. Si, ho letto solo il primo punto ed ho ricevuto la stessa tua impressione. Di fondo uno all’apparenza è anche d’accordo però, attaccare attraverso Jovanotti o altri tutto il sistema capitalista mi sembra pretestuoso! E tu sai quanto questo sistema non piaccia nemmeno a me!

        Piace a 1 persona

      5. Ok, letto tutto.Purtroppo le impressioni iniziali erano giuste.Una tonnellata di parole per dire nulla. Nulla nello specifico intendo.Fai un articolo per dire che qualcosa non va fatta?Ok, dimmi perché. Dimmi quali sono i danni che secondo te un certo tipo di eventi compie. O quali danni hai riscontrato.E se me li dici analizza la gravità: è un danno permanente?Riparabile? Quantificabile? Nulla di tutto ciò è stato detto. Unica cosa detta è che in previsione di possibili danni si è chiesto un parere al Wwf che così sarebbe diventato una sorta di marchio di facciata ma nel merito nulla.Alla fine pare che venga usato questo evento come capro espiatorio di tutti i mali del mondo. E si paragona un tour alle grandi opere!Assurdo. Che poi, non è che si deve essere per forza contrari altre grandi opere ma semmai bisogna essere contrari al modo in cui queste sono progettate e realizzate e quello è da sempre il grande problema italiano.Prendi Venezia e il Mose.L’opera è inutile perché ( sempre che funzioni…) interviene se la marea supera il metro.Da 1 a 99 cm non interviene ma statisticamente le maree superiori al metro sono poche in un anno mentre le altre sono frequenti e danneggiano la città.Bene…devi fare un opera? Chiama gli olandesi o copia loro…la fai ma la fai bene e definitiva se davvero è necessaria altrimenti che affondi pure ma poi non rompere i coglioni con e che peccato tutti quei capolavori e bla bla bla. La Bre be mi è inutile perché corre parallela ad una autostrada che già c’è, invece di spendere lì per arricchire quelli di li, falla a sud dove non ce ne sono o a centro.Insomma, un articolo molto pomposo e pretestuoso di chi a mio parere è abituatissimo a criticare per partito preso ma poi, nei fatti, io li vorrei proprio vedere. In definitiva a me pare la classica gente di una sinistra autolesionista capace si di vedere a grandi linee dei problemi ma incapace di azzardare soluzioni o criticare nel merito. Ed anzi, addirittura capace di criticare anche se si prova a far le cose bene perché a quel punto sarebbe un capitalismo ripulito dalla faccia verde.Ok…allora è meglio che facciano le cose a cazzo di cane? È meglio che non si faccia proprio nulla? Ecco…queste sono le cose che vorrei dirgli ma temo che finirei per litigarci perche se Jovanotti fa il santone…questi non sono da meno…

        Piace a 1 persona

      6. Ah beh, a me probabilmente anche di più! Che quando uscì, se non ricordo male con la mia moto, mi dava ai nervi!E poi ho sempre pensato che non sapesse cantare e forse è stato proprio uno dei primi a sdoganare l’arte di non saper fare un cazzo ma farla su un palco con milioni di fans idioti ad applaudire!😬

        Piace a 1 persona

      1. Ah ma su quello sono d’accordo. Poi magari stavolta ha solo “sbroccato” e gli do anche ragione ma per lo più ha sempre detto e cantato una marea di stronzate!😝

        Mi piace

      2. Andreotti diceva “il potere logora chi non ce l’ha” ed aveva regione, vedi cosa sta succedendo attualmente ai politici italiani. Io invece credo che potere e successo mandino fuori di testa chiunque, ho visto metamorfosi di uomini intelligenti e giusti come Roberto Benigni, Paolo Villaggio, lo stesso Roberto Saviano traformarsi in arroganti dispensatori di saggezza. Sono rimasta molto delusa perché, nonostante la mia anima animale, io amo l’umanità.

        Piace a 1 persona

      3. Purtroppo proprio la settimana prossima devo fare un lavoro in Fiera ma so che di sicuro non sarà questa l’occasione visto che mi alloggiano in via Padova e da li a Rho ci vuole un ora e mezza ad andare e tornare quindi significa che mi alzo alle 6 e torno alle 22:30, il tempo di una doccia e andrò a dormire. Ma ci saranno altre occasioni!

        Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.