Life · qualche pezzo di me

Panico! Fatti avanti, ti frantumo come briciole di pellet (storie di gabinetto)

Ieri mattina, venerdì, al culmine di una settimana per me assai difficile, in fibrillazione continua dopo aver iniziato un nuovo lavoro trimestrale ottenuto con parecchia fatica, mi sono alzata dal letto alle sei e cinquantanove con solo quattro ore di sonno.

Sono entrata in bagno con gli occhi appena fessurati, dopo tre secondi il mini rubinetto che riempie la cassetta del w.c. è partito come un missile e sono stata investita da un getto d’acqua simile all’idrante dei pompieri.

In un attimo la mente mi ha sommersa di pensieri: “Cazzo succede? – Merda, il rubinetto s’è rotto! – Che cosa faccio? –  Devo chiudere l’acqua! – Dov’è la manetta per bloccare l’acqua? – In bagno non c’è – E’ in cucina sotto il lavello! – Vai in cucina cazzo! – Sono bagnata fradicia p.p.! – Chiudi l’acqua prima che scenda dalle scale! – Chiudi l’acquaaaa! – Ok, ho chiuso l’acqua, e adesso cosa faccio? – Raccogli l’acqua e asciuga il pavimento! – Ma l’acqua arriva alle caviglie e sono bagnata da capo a piedi. – Fa niente! Togli l’acqua prima che la megera che abita sotto chieda i danni e ti faccia prendere l’ergastolo, visto che ha già fatto causa a tutto il condominio per una marea di stupidaggini – Devo andare a lavorare! – Appunto sbrigati, non perdere tempo! – Come faccio ad asciugare tutta quest’acqua… – Usa stracci e asciugamani, Muovitiiii”

Dopo un’ora il pavimento era molto bagnato, ma il pericolo di infiltrazioni era scongiurato.
Ho lavato solo i denti e le mani con l’acqua minerale, tanto la doccia me l’aveva già fatta il rubinetto malandrino, e sono andata a lavorare lasciando una montagna di panni bagnati in giro.

Venerdì…secondo me quanto dovrò stare senz’acqua?

Minimo fino a lunedì!

E invece no! Perché alle sette e venti, mentre il panico impazzava in casa mia ho telefonato all’amico Salvatore, idraulico provetto, lasciando un messaggio in segreteria.

Salva mi ha chiamata poco dopo le otto, alle dieci è venuto in ufficio a prendere le chiavi, alle undici mi ha riconsegnato le chiavi.

Ieri sera son tornata a casa ed ho trovato un bellissimo rubinetto nuovo.

Grazie Salvatore, di nome e di fatto!

😀

25 risposte a "Panico! Fatti avanti, ti frantumo come briciole di pellet (storie di gabinetto)"

  1. Ti invidio… io ho bagnato il soffitto di quello di sotto. Ho fatto di peggio. Lasciato rubinetto direzionale del bidet… a tutta apertura. Mi son scordata e son andata giù a prender la posta. 🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️.

    "Mi piace"

Rispondi a Demonio Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.