Diritti d'autore · Lifestyle · qualche pezzo di me

Parole per dire, dare, comunicare

Sento tante donne che dicono di non capire più gli uomini

Sento tanti uomini dire che non capiscono le donne

Si ha voglia di stare insieme

Si ha voglia incontrarsi, abbracciarsi, fare l’amore

Ma non riusciamo a capirci a comunicare i nostri disagi le nostre emozioni le nostre paure

Perché?

Perché gli animali riescono a capirsi con il linguaggio del corpo e noi che abbiamo l’uso della parola non riusciamo a comunicare?

Perché abbiamo paura di dire

Sì dire ciò che pensiamo, ciò che sentiamo

Perché ci nascondiamo dietro falsi pudori, rancori, tormenti che potrebbero essere risolti con dialoghi sinceri e senza il timore di mostrare le proprie debolezze

Siamo tutti deboli, soli e tutti abbiamo bisogno gli uni degli altri

Perché ci isoliamo nelle nostre fobie, ci crogioliamo nei nostri risentimenti o negli errori del passato

Perché non riusciamo a donarci il bello che abbiamo dentro facendoci del bene reciprocamente

Perché lasciamo cadere le parole nel vuoto rammaricandoci poi nell’avrei voluto dirti

Perché la colpa è sempre dell’altro

Perché non proviamo a metterci una volta almeno nei panni dell’altro

Parliamo, spieghiamo, diciamo quello che sentiamo senza vergogna senza ansia

Lasciamo battere il nostro cuore, lasciamolo parlare

Non chiudiamoci in marmorei mutismi che si stratificano e diventano montagne di silenzio

Né con lui, né con lei, né con gli amici

E adesso abbracciami

15 risposte a "Parole per dire, dare, comunicare"

  1. Perché spesso non riusciamo a capire noi stessi, credo che ciò accada alla maggior parte di noi.
    Ti sei mai chiesta perché gatti e cani, come molti altri animali mammiferi, una volta che la femmina è rimasta incinta si allontanano e non si occupano più della loro prole? Credo che fra i mammiferi, soprattutto umani, non faccia parte dell’istinto di sopravvivenza la convivenza fra i due sessi e alcune tribù primitive ce lo hanno dimostrato. L’essere umano ha cercato di ovviare a questo fatto, con la ragione, le varie religioni e le varie leggi, ma non c’è mai riuscito del tutto.

    Piace a 1 persona

      1. La contaminazione oramai si è integrata nel tessuto sociale, ha impregnato corpo, anima e cervello. L’imperfezione è la causa di questa contaminazione. L’imperfezione dell’ essere umano.

        Mi piace

  2. Bellissimo. I “marmorei mutismi”, “le montagne di silenzio” e anche le fotografie mi hanno colpito come uno schiaffo a cui si reagisce implodendo, e da quella implosione sono venute fuori le immagini di Il cielo sopra Berlino, precisamente la scena della metro, quando Damiel, l’angelo, comincia ad ascoltare i pensieri dei passeggeri, ognuno immerso nelle sue preoccupazioni, una delle scene a cui ogni tanto tendo a tornare (forse come un bimbo che torna sempre a piangere abbracciando con forza il suo orsacchiotto preferito), soprattutto quando attraverso periodi troppo lunghi di siccitá lacrimale. 😿

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...