AMORE · qualche pezzo di me

Da cuore a cuore

L’altro giorno, nel luogo dove svolgendo il mio lavoro di promoter, è passata una coppia di anziani coniugi, abbigliati in modo molto modesto, con modi e linguaggio di persone colte. Chiedevano informazioni circa una marca di macchine da caffè concorrente di quella per cui lavoro.
Normalmente concedo udienza il tempo necessario consentito dall’educazione professionale visto che cercavano un prodotto competitore, ma erano talmente carini ed educati che ho fornito loro alcune informazioni e poi ho cercato l’addetto del reparto per fargli portare l’articolo che volevano.
Mentre il marito andava a cercare altra merce, la signora s’è fermata da me con palese voglia di parlare.
Era così piccola e dolce che le ho dato corda ed abbiamo chiacchierato per un bel po’.
Tra le tante cose confidatemi dalla donna ho saputo che la figlia abita a Brighton, città che amo tantissimo.
La signora, quando s’è quasi commossa perché anche lei adora quella città e ci andrà a breve per far visita alla figlia. Per pura curiosità le ho chiesto se aveva altri figli e lei, con evidente amarezza, ha risposto che aveva due maschi, uno dei quali morto nel 1990, a soli 25 anni, travolto da un treno nella stazioncina di un paesino vicino al mio.
A quel punto ho avuto una folgorazione, ho chiesto il nome del ragazzo morto ed ho scoperto essere un musicista che io e la mia compagnia seguivamo e conoscevamo molto bene.
All’epoca la tragedia aveva colpito tantissimo tutti noi sia per l’affetto verso la vittima, sia per il modo in cui era rimasto ucciso: in una stazione con soli tre binari, senza sottopasso, travolto, appena sceso dal treno che lo portava a casa ogni giorno, da un altro treno in transito.

Non so che cosa mia abbia spinta a parlare per lungo tempo con quel donnino.
Forse un cuore dentro il suo cuore ha comunicato col mio per suggerirmi di prendermi cura della mamma per qualche momento.

13 risposte a "Da cuore a cuore"

    1. A distanza di tanti anni mi sono trovata davanti a quel tenero donnino. Mi ha fatto un gran bene sapere che lei, nonostante il dolore ancora vivo, abbia avuto un po’ di sollievo chiacchierando con me. ❤

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...