Freak · Lifestyle

20/10/2013 FIORENTINA 4 JUVENTUS 2

Non sono minimamente interessata al calcio ma, ieri e nei giorni precedenti, dovunque mi trovassi, sentivo l’eco delle chiacchiere su una partita molto importante: Fiorentina – Juventus.
La partita s’è conclusa con la vittoria della Fiorentina e tante gioie e piagnistei da parte dei tifosi delle due squadre. Non avendo neppure conoscenze per cui simpatizzare e sostenere il tifo, sono rimasta refrattaria all’evento, guardandolo semplicemente scorrere sul web nei commenti dei social network.
Sono cosciente del fatto che la “Signora del calcio” abbia un seguito oceanico e l’ho constatato da vicino nel triennio 2004/2006 in cui nel mese di luglio la squadra veniva in ritiro nel paese dove lavoro, Salice Terme e dove, in particolare, ogni mattina i giocatori facevano un paio d’ore di allenamento sull’erba del campo dal golf presso il quale ho lavorato fino a marzo di quest’anno come segretaria di direzione. Ricordo che tutti i giorni, quando arrivavo in loco per aprire l’ufficio, trovavo già schierati polizia, carabinieri nonché addetti alla sicurezza della squadra oltre a un bel gruppo di tifosi che stavano in attesa ore pur di vedere almeno passare i loro beniamini.
Per i golfisti e, sinceramente anche per me, era una grande scocciatura essere accerchiati quotidianamente da tutta quella gente che creava una gran confusione e impediva a noi di lavorare in tranquillità senza doverci preoccupare di controllare continuamente che qualche esaltato si infilasse in campo di soppiatto.
In quegli anni sono stata spesso a contatto ravvicinato con idoli come Del Piero, Trezeguet, Ibrahimovic, Nedved e il mio preferito, dal punto di vista umano, Fabio Cannavaro che era pure un gran bel ragazzo oltre a Fabio Capello e tutti gli altri che ora non ricordo. In ogni angolo del paese si rifugiavano ragazzi e ragazze per tendere agguati alle star del calcio, come in ogni angolo si sentiva parlare solo di loro, dove andavano, che facevano da mane a sera e dove era possibile intercettali nei loro momenti di libertà. E, naturalmente, io ero ritenuta persona privilegiata per il fatto di trovarmi a lavorare proprio lì, nel centro d’incontri pre durante e post allenamenti, visto che la struttura è dotata anche di ristorante, bar, piscine e discoteca che naturalmente i giocatori frequentavano assiduamente e compatibilmente con gli impegni di squadra.
Per farla breve, ho avuto l’opportunità di comprendere quanto e quale sorta di amore sconfinato possano suscitare le squadre di calcio più popolari e perciò comprendo tutte le parole che sono state spese ieri per questa partita che s’è conclusa in modo quasi storico, mi par di capire.
Complimenti ai vincitori, e buona pace ai perdenti che se ne faranno una ragione.
Come sempre parto da lontano per arrivare a racchiudere in poche righe l’argomento fondamentale per il quale scrivo il post.
Ed eccolo qua: vorrei ricordare che oltre alla Juventus, nel Capoluogo piemontese esiste anche un’altra squadra di grande prestigio, il Torino per il quale tiferei se fossi amante del calcio.
Del Torino conservo un cimelio probabilmente assai appetitoso per i suoi fans, si tratta di questa foto d’epoca incorniciata e autografata dai campioni lì raffigurati.

Il grande Torino
Il grande Torino

Questa immagine e un orologio degli anni ’60 che vedete sotto, (credo anch’esso importante poiché, nel 2005 nella fiction che raccontava la tragedia di Superga, l’ho visto al polso di Beppe Fiorello che interpretava Valentino Mazzola), sono l’eredità lasciatami da mio padre, che da ragazzo era grande tifoso del Torino.

Il mio prezioso orologio
Il mio prezioso orologio

Tutto qui, ho approfittato dell’evento sportivo di cui ho sentito vociare in questi giorni per esporre con orgoglio tutti i beni materiali ereditati dal mio genitore, dipartito a soli 52 anni.
Morale della giornata: tifate bene, tifate sano e lasciate che il calcio sia un divertimento per tutti e non occasione per scaricare le proprie frustrazioni in modo violento.

Also sprach Evaporata

😉

4 thoughts on “20/10/2013 FIORENTINA 4 JUVENTUS 2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...