qualche pezzo di me · Scrittura

Il piacere di scrivere con la penna

Ieri ho scritto una letterina a un amico lontano.
L’ho scritta amorevolmente a mano con una biro.
L’ho scritta su un foglio a quadretti formato A4 recuperato da un grosso quaderno con gli anelli apribili.
Mi sembrava carino così, perché spontaneo.
Sì, spontaneo perché non premeditato come: ecco non ho la carta bella per scrivere, allora domani esco la compro e poi scrivo la letterina.

No, così l’ispirazione del momento si sarebbe fottuta nello spazio notte-tempo-giorno-tempo-altricazzimiei-tempo.
E magari non l’avrei nemmeno più scritta. Sicuramente non sarebbe stata la stessa.

Per scrivere bisogna cogliere l’attimo. Ovvio? Sì, ovvio. Ma spesso non ci si pensa e si rimanda a “quando avrò più tempo”, e quel tempo lì non torna più, comunque è un altro tempo. Tempo per altre cose da dire e altre lettere da scrivere. Magari col pc per fare prima, per renderle più leggibili.

Io scrivo malissimo, ho una calligrafia più che gallinacea. Direi rapacea. E assai mutevole, spesso le mie molteplici calligrafie sembrano appartenere a persone diverse. Tutte quelle che ho dentro.

Poi c’è sempre la mitica assenza di manualità che mi distingue, perciò le parole potrebbero sembrare geroglifici da interpretare. Comunque c’è sempre l’interprete a disposizione, cioè la sottoscritta.

Quando ricevi la mia letterina e non capisci qualche parola puoi telefonarmi e chiedere lumi.

Ma anche se non capisci puoi arrivarci per intuito leggendo il resto della frase. Anche perché, spesso, neppure io capisco ciò che scrivo a mano. Perciò quasi sempre quando mi scrivo, mi scrivo col pc o con il notes del telefonino. Anche se non mi piace scrivermi così.

Per esempio quando sono in auto e sto guidando, capita che assale l’ispirazione e devo obbligatoriamente prendere nota del pensiero che punge il cervello.

E’ successo l’altro giorno mentre stavo andando in città, ho tentato di recuperare dalla borsa il telefonino e ci ho impiegato un quarto d’ora. Intanto continuavo a ripetere mentalmente il pensiero per non dimenticarlo.

Quando sono riuscita a tirare fuori l’apparecchio non trovavo l’app per scrivere, dovevo guidare e scorrere le pagine per trovarla, perciò rischiavo uno schianto, allora mi sono fermata. A quel punto ho preferito cercare il notes di carta e scrivere a mano, che mi piace di più.

Così ho scritto il finale di una storia che non aveva un finale soddisfacente da almeno due settimane. Adesso lo ha! Almeno per me.

Così finisce anche questo post.

Vorrei mettere come immagine la letterina scritta all’amico, ma è roba privata e non mi pare il caso, anche se non c’è nulla da nascondere.

Quando ho pubblicato il mio primo libro, un carissimo amico mi ha detto: “Scrivi dediche bellissime sul tuo libro, molto più belle di ciò che hai scritto dentro il libro”. Non so se era un complimento, anzi non credo proprio.

Forse un giorno pubblicherò un libro con tutte le dediche che ho scritto sui libri che ho già pubblicato.

Ciao neh…

 

16 pensieri riguardo “Il piacere di scrivere con la penna

  1. Io scrivo spesso prima su carta, e poi al massimo ricopio sul pc… in 6 anni di blog ho accumulato tanti fogli, blocknotes, quaderni… ma è bellissimo sedersi alla scrivania e scrivere, cancellare e riscrivere, vedendo la propria grafia cambiare negli anni 🙂

    Piace a 1 persona

  2. Che bel posto Nadia quanto si sente che ci metti cuore passione nelle cose che fai scrivere a mano è una gran bella cosa scrivere a mano significa metterci attenzione ma soprattutto metterci affetto ogni tanto lo faccio ma mi sono resa conto che la mia calligrafia un tempo curata oggi è diventata più tremula meno chiara ma credo sia legato alla mia non più abitudine di scrivere a mano anzi ti dirò a volte la mano le dita mi fanno male dopo un po’ riguardo il cellulare lasciamo perdere ho imparato a dettare tutto perché almeno non perdo la memoria ormai sono così distratta bell’idea quella di mettere insieme tutte le dediche di fare un libro chissà quanto amore ci sarà dentro ma soprattutto quanta gioia e quanta gratitudine…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.