animali · Cronache collinari · qualche pezzo di me

Razzolaggio libero

Ieri sono andata a trovare le mie amiche oche

Abitano dal contadino
che ha il banchetto con i frutti dell’orto

10 pensieri riguardo “Razzolaggio libero

  1. Ricordo quando andai da un contadino che aveva le oche per procurarmi alcune penne remiganti che mi servivano per mostrare come si ottenevano i calami per la calligrafia. Mio marito teneva ferma l’oca mentre io cercavo di “sfilare” con delicatezza un paio di penne da un’ala, cercando di fare il meno male possibile e il maschio dell’oca che ci assaliva da tutte le parti cercando di proteggere la sua compagna.

    Piace a 2 people

    1. P.S.: il nostro paesello, Calvisano, è chiamato “Paes dei och” perché fino al 1956 il fiume attraversava alcune contrade, soprattutto in fondo al borgo, e le oche venivano allevate direttamente fuori dalla porta di casa e spesso entravano al pianterreno soprattutto quando il fiume si alzava e invadeva scantinati e piani terra-

      Piace a 1 persona

  2. che carine! noi abbiamo solo le galline, sei galline. Le oche non le teniamo perchè dicono che fanno troppo casino e non vorrei che i vicini protestassero. So che alcuni le tengono perchè si mangiano le lumache che distruggono l’orto.

    Piace a 2 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.