Opinione · qualche pezzo di me

Sobrietà

Leggendo quello che passa su vari blog e, più superficialmente, su vari social in tema di pandemia, vedo atteggiamenti, che viaggiano da un estremo all’altro.

Persone apprensive e spaventate esprimono i propri timori verso un nuovo dilagare dell’epidemia, il giustificato timore e l’indignazione per i comportamenti scorretti di chi si comporta come se non fosse successo niente.

Dall’altra parte ci sono quelli che, all’apertura delle gabbie, si sono buttati in grandi baldorie senza la minima accortezza.

Ognuno è spinto dal proprio modo di intendere la vita.

In mezzo a questi estremi, senza calcoli opportunistici, io mantengo uno spirito sobrio.

Non sto piazzata a metà tra un atteggiamento e l’altro, mi limito a seguire il mio personale buon senso, valutando di volta in volta la situazione che ho davanti.

A prescindere dalla mia cronica mancanza di fiducia nell’umanità, che è un problema antico e personale, guardo il mondo senza filtri, però quando esco metto la mascherina.

41 pensieri riguardo “Sobrietà

  1. Ho notato la stessa cosa anche io già la prima settimana di confinamento. Da un lato coloro che non vedevano l’ora di liberare l’anima poliziesca che latente si muoveva come un fantasma in cattività nella loro psiche, dall’altro coloro che vedevano e vedono complotti ovunque. Da quel momento credo di aver oscurato una ventina di persone su Facebook, poi ho deciso di abbandonare quasi totalmente quel social (il mattatoio di anime). Ho preso anche io a scoprire che per quanto WordPress sia molto chiuso e selettivo, alla fine è molto più sano come social media nonché foriero di tante belle pagine, idee e blogger che usano il cervello prima che l’ego.

    Piace a 1 persona

  2. Ciao, ho notato che ti piace scrivere, anche io ho la tua stessa passione e come te ho aperto un blog nel quale pubblico le mie poesie. Se ti va puoi dargli un’occhiata e qualora rintracciassi qualcosa che ti piace, puoi mettere un like e se il mio sito ti interessa, iniziare a seguirmi. Grazie per aver letto questo mio commento e buona giornata!.

    "Mi piace"

      1. Per capire come mai commenti i post di un blog e inviti a leggere il tuo, senza neppure sapere a chi ti rivolgi. Siccome ho letto qualcosa nel tuo blog e ho visto che scrivi molto bene e hai anche argomenti interessanti, non ti serve cercare consensi, perché puoi guadagnarli da chi apprezza la buona scrittura. 😉

        Piace a 1 persona

      2. Chiunque abbia un blog può ricevere dei commenti da persone che non conosce, il web è questo: porre in connessione tutti gli umani, per la maggior parte, sconosciuti. Ti ringrazio infinitivamente per il bellissimo complimento, fa piacere se i miei componimenti sono apprezzati. Sono su wordpress dalla fine del 2013 e so molto bene quanto sia complesso crearsi un pubblico, credimi è estremamente arduo e nonostante il tempo, il mio è un piccolo blog. Penso che wordpress non dia tanto modo di poter farsi conoscere e il risultato è che i siti vengono ignorati. Trovo che questa forma poco inclusiva sia ingiusta, da qui il mio tentativo di poter dar modo di conoscere ciò che scrivo. E’ vero quanto dici circa il non dover aver bisogno dei consensi, penso anch’io che se qualcuno ha un’abilità, essa si paleserà senza bisogno di nessuna spinta, però è anche vero che puoi avere tutta l’abilità di questo mondo, ma se nessuno ti conosce, nessuno la può riconoscere né apprezzare.

        Piace a 2 people

      3. Ti capisco perfettamente, pensa che il mio blog è apertto sal 2010 e in dieci anni ho guadagnato poco più di 1900 followers e non sono neppure stata io ad evere l’idea di aprirlo, ma una amico che era interessato a ciò che scrivevo, perciò me lo ha regalato.
        Ogni volta che un blogger mi chiede di seguirlo, o di visitare il suo sito, io ci vado, però trovo materiale scadente, invece tu sei a un buon livello, ti ho chiesto quanti anni hai perché ho pensato che tu possa essere giovanissima e quindi insicura.
        Sono d’accordo con te sul fatto che WordPress sia molto severo e non metta in risalto chi merita, perciò spesso convidido post di blogger poco conosciuti che ritengo meritevoli di nota.

        Piace a 2 people

      4. Tu in 10 anni hai 1900 followers, io in 7 anni 126, credo sia un buon numero di pubblico, il tuo. Io non cerco consenso, ma che il mio stile venga conosciuto e se è possibile, apprezzato. Mi è accaduto per esempio che una ragazza mi abbia commentato ringraziandomi,perché quanto avevo pubblicato, le era così vicino e si sentiva compresa dalle mie parole, questo fatto mi ha riempito il cuore. Un altro ragazzo mi ringraziava, perché a detta sua, in quel momento, aveva bisogno delle mie parole. Sono queste le cose che amo, non scrivo solo per passione o per urgenza, scrivo perché la gente si possa sentire compresa, vicina, rispecchiata.
        Grazie davvero tanto per considerare il mio stile meritevole, se ti va, puoi seguirmi, sei la benvenuta

        Piace a 1 persona

      5. È confortante sapere di poter essere utile a qualcuno. Le persone che hai aiutato saranno felici di comunire ad altri ciò che hai fatto per loro e consiglieranno di visitare il to blog.
        Il passaparola funziona sempre. 😉

        "Mi piace"

      6. Sai, ora però sono io che ti pongo una domanda: come è possibile apprezzare lo stile di qualcuno, ma poi non volerlo seguire…e far in modo di svicolare l’argomento…è qualcosa di contraddittorio…

        "Mi piace"

      7. Si possono apprezzare stili, libri, scrittori, per la loro bravura, ma se il genere non interessa non si leggono.
        Io apprezzo tantissimo scrittori come Camilleri, Carofiglio o De Giovanni, ma non amo i libri gialli, perciò non li leggo.

        "Mi piace"

      8. Se non li leggi non puoi conoscere i loro stili, se non puoi conoscere i loro stili non puoi apprezzarli. E’ giusto seguire o leggere ciò che interessa, anche a me avevi detto che scrivo “cose interessanti”… Non serve una domanda diretta per poter dare risposta, noi umani possiamo comprendere innumerevoli sfumature: tutto ciò che è indiretto od implicito, fortunatamente non siamo dei computer a sistema binario: ad input scaturisce un output.

        "Mi piace"

  3. Io non mi assembravo prima figuriamoci adesso, comunque la penso esattamente come te, credo che la cosa migliore sia la prudenza che però non sfoci in isterismo, una tizia del mio palazzo non fa uscire il figlio di due anni dal 25 febbraio, solo da qualche giorno gli ha concesso di stare al balcone, secondo lei il virus vola con il vento, come afferma il pedagogista Bordoni la paura è frutto di una conoscenza, ma l’alienazione è pura ignoranza.

    Piace a 4 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.