Insofferenza · Lifestyle · Opinione · qualche pezzo di me

Momento sentimentalpeloso

Stamattina mi sono (non*) svegliata peggio del solito, (non*: siccome non dormo mai, ma sogno, il mio non è un risveglio ma una fuga dalla faticosa vita onirica).
E va bene, passerà.

Ieri ho preso un bel po’ di acqua andando a scarpinare dopo l’allenamento in palestra.
Nessun problema, ci sono abituata.

Dopo la pausa d’agosto ho ripreso la pesistica e mi sono fatta male. Non allenandomi per tre settimane ho perso un chilo di massa magra sugli arti superiori, che per me è tantissimo (peso 49 chili), quindi le braccia (il mio punto debolissimo) hanno perso forza ed ho acuto un piccolo infortunio.
E va bene, passerà.

Oggi avrei in programma uno scollinamento ma il cielo mi sta proponendo talmente tante variabili varianti che potrei trovarmi in mezzo al diluvio non universale, e non ho voglia di prendere H2O anche oggi perché fa freschino.

Mi sento come uno straccio utilizzato per lavare a mano tutte le facce dei presidenti del monte Rushmore.
Succede di frequente quando mi sveglio peggio del solito, ma poi recupero con lo sport. Oggi nisba.

Non ho nuove proposte di lavoro, se non arriva niente mi si presenta un autunno difficile.
Eh…qui è dura.

Potrei approfittare della giornata loffia per mettere un po’ di ordine in casa e dedicarmi alla famigerata tortura del cambio stagione nell’armadio, ma il mio equilibrio psichico non permette un simile trauma.
Potrei cadere in uno stato depressivo ancora peggiore e tentare il suicidio.

Non ho un centesimo, quindi non posso dedicarmi allo shopping sfrenato che non mi solleverebbe dalla prostrazione perché detesto fare shopping.
Ma non posso nemmeno dedicarmi al mio sperpero prediletto: cambiare casa e tutti i mobili.

Non ho voglia di leggere, detesto fiondarmi sul divano e guardare la tv perché non la sopporto.

Ho i piedi freddi, ma non voglio mettere i calzini perché fa troppo “è già inverno”.

Insomma non ho voglia di fare niente, e allora mi concedo un momento sentimentalpeloso pubblicando le immagini di Bastet.

35 risposte a "Momento sentimentalpeloso"

  1. Qui da me c’è un detto che non si capisce bene in tutta Italia. Diciamo Ti sono nel cuore. Una cosa un po’ macabra e violenta, mi disse un tipo una volta. Anche se in realtà a me era sempre sembrata una cosa molto carina, molto empatia, molto …molto. Quindi, con le dovute cautele, la dico anche a te: Ti sono nel cuore.
    (Si capisce comunque cosa significa vero?)

    Piace a 1 persona

  2. Una pet therapy virtuale ma che sembra funzionare. Se i nostri adorabili cagnolini (dico nostri come fossero un bene dell’umanità e probabilmente lo sono per davvero) ci danno energia anche solo in foto ne deduco che quella che sprigionano con la loro presenza debba essere un’energia dalla potenza incendiaria. Bisogna essere però predisposti e ben disposti per recepire questa reazione quasi alchemica. Tu sei fortemente nell’una e nell’altra.
    Una svolta possibile ci dev’essere, l’importante è non mollare.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...