Ambiente · Opinione · Report

VIENI C’E’ UNA FRANA NEL BOOOSCOOOOO…

Era la voce di Messer Cinghiale che vedendomi arrivare mi chiamava facendo il verso all’antica e famosa canzone.
L’ho incontrato mentre salivo in Altacollina, lui e Madama Fagianella erano là “così”, con le zampe sui fianchi che scrutavano contrariati i danni prodotti dalle piogge di questi giorni.
Oh cielo!
Oh cielo!
Grrrr...
Grrrr…
“Va che disastro – mi dice – ville di qui ville di là e la mia tana diventa un frana”.
“Accipicchia!” Rispondo.
E lui, prima di continuare mi avverte: “E non farmi parlare in rima quando racconti altrimenti non ti lascio più passare dal bosco vè!”
“Va beeeeneee…Dai fatemi vedere un po’ che faccio due foto per il mio blog”.
“Sì, però non mi riprendere, devo salvaguardare la mia privacy”.
“Tranquillo, sai che non mi permetterei mai”.
Cinghiale in incognito
Cinghiale in incognito
Ed ecco qui un piccolo reportage di quello che succede più o meno in tutta l’Italia.
Quella che vedete sotto è l’immagine di uno dei tanti pezzi di strada che percorro quando vado a fare i miei giretti a piedi.
Frana da qui...
Frana da qui…
a qui.
a qui.
Naturalmente l’accesso alle automobili è sospeso fino al risanamento del danno.
Occhio che si squaglia la strada.
Occhio che si squaglia la strada.
Pochi metri più in là passa il metanodotto. Sarà pericoloso?
Gasp!
Gasp!
E’ un gran dispiacere osservare questi dissesti sul nostro territorio, tanto bello quanto malato dalle Alpi all’Etna.
Ma finché si ammucchiano le case in questo modo.
Case su case...
Case su case…
O si fanno questi lavori.
:::
:::
E la situazione si ripete peggiorando.
Anche un paio di anni fa scrissi qualcosa del genere.
Provate a cliccare qui sotto
https://evaporata.com/2011/11/05/una-frana-al-giorno-leva-litalia-di-torno/
D’altra parte, vivendo in un paese dove per gli onesti cittadini tutto è precario, non si può pretendere che case e strade sotto i nostri piedi siano stabili.

Sgrunt!

4 thoughts on “VIENI C’E’ UNA FRANA NEL BOOOSCOOOOO…

  1. è assolutamente uno “scempio” lasciare che una zona come la nostra, un vero “polmone verde” per l’Italia intera, venga lasciata allo sfacelo… purtroppo tutta questa foga del mondo moderno di dover andare a lavorare nelle metropoli a diventare grandi uomini d’affari e fare tanti soldi ( anche se oramai pure loro non riescono più a a farli, in modo onesto si intende) han portato ad un allontanamento delle persone non solo fisico ma anche affettivo delle persone verso le loro zone di origine…. e così è più importante riuscire a tornare a casa con un iphone fregandosene invece di come stanno le cose appena oltre il proprio giardino…

    Mi piace

    1. Già, purtroppo il malcostume è generalizzato. Ognuno pensa a tenere in ordine la propria casa senza pensare che ancor di più dovremmo preoccuparci di tenere in ordine il pianeta che ci ospita e ci permette di vivere.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...