Freak

INVIDIOSA…MENTE

Lo devo dire perché mi brucia un po’ la pelle.

Ieri, entrando in palestra, un mio lettore fedele ha elogiato più del solito il mio ultimo post.

Quello senza mutande? Chiedo  io, ma è della settimana scorsa l’avevi già letto.

No, quello di oggi intitolato Doppia coppia – fa lui – è bellissimo un po’ diverso dal tuo stile pungente, complimenti davvero, hai cambiato sostanze per caso? Conclude sorridendo.

Lo guardo con occhi fiammeggianti e chiedo: stai scherzando?

No, perché?

MA, (p.p. – leggi porca puttana) NON TI SEI ACCORTO CHE E’ UN LINK?

Nnnno…cos’è un link, che cosa vuol dire?

Fanculo Davide! NON L’HO SCRITTO IO QUEL POST! Non hai capito che quando c’è solo il titolo tratteggiato significa che ti invia in un altro sito e ti fa leggere articoli di altri blogger? Non hai letto che vicino al titolo c’è scritto DI STELIO! Che è appunto l’autore?

No, credevo fosse tuo, per questo ti ho chiesto che cosa ti è successo, avevo notato la differenza…

Grrr, non l’ho ucciso perché gli voglio bene ma, soprattutto, perché ha ragione!

Infatti, confesso senza pudore, nutro un’invidia irrefrenabile e incontenibile quando leggo post come quelli di Stelio.

Come vorrei sapere scrivere così, sempre con cognizione di causa – e…no – riesco ad essere decente solo quando compongo liriche alla soda caustica.

Oppure quando descrivo il mio sconfinato amore per i dolci, per gli animali, la natura, ed altro.

Vorrei far uscire dalla mia penna inchiostro rosa, azzurro, indaco o glicine, oppure tutte le varianti del lilla dal pervinca al meuve che adoro.

E invece niente. Solo colori acidi o abbaglianti ha il mio inchiostro.

Almeno…quello che uso pubblicamente.

L’inchiostro che uso nei miei quadernetti personali che nessuno legge, i colori li ha proprio tutti nessuno escluso. Anche quello dei confetti, del miele, e della pelle di neonato.

Però non riesco a palesarli in modo decoroso.

Quando li uso pubblicamente, chissà perché,virano sempre verso stonature poco gradevoli.

Il color del miele diventa miele  rancido,il verde mela…me la fa marcire, e l’amaranto si trasforma in mosto avariato.

Il meraciglioso gialllo delle foglie autunnali si bagna subito di pioggia che tristemente le fa cadere a terra diventando un’orrenda pappina calpestata e magari anche scivolosa.

Le torte dorate si bruciano, il rossetto si sbava,le sublimi lacche cinesi s’increspano come pere malcotte.

Sono proprio un disastro.

Sigh!

E allora cosa faccio?

Scelgo una canzone piena di poesia, faccio un copia incollla, e voilà.

Ecco una poesia che non è mia, però è una bella poesia, proprio perché non è mia.

Vorrei che esistesse
quel negozio stupendo

dove vendono saggezza
e della luna l’argento

comprerei una penna
che scriva mille canzoni

una polvere che renda
veri i sogni e le illusioni.

 

E per te e tua sorella
qualche goccia d’insonnia

per pensarti una notte
mentre io sto leggendo

quando polvere dalla
radio mi fa perdere il segno

e le stelle ad una ad
una aspettano il vento.

 

Per mia madre un
giradischi che la faccia ballare

una causa da vincere e
una vincita al lotto

per te un trapano
elettrico per costruirti una casa

ed un telefono
elettronico che ti parli del mio affetto.

 

Agli amanti ormai
stanchi compro un viaggio di ritorno

gli compro un’ultima
notte e una valigia di ricordi

per te che lasci una
stanza compro un orizzonte

stelle da contare e un
cielo che ti asciughi la fronte.

 

E per voi che nelle
vene avete acqua di mare

un buon lavoro vorrei
che non vi faccia tremare

che non cominci col
buio e non finisca col giorno

e la domenica una gita
e senza traffico il ritorno.

 

E per finire per me
voglio un microfono d’argento

che trasformi in oro
quello che sto dicendo

voglio un po’ di
coraggio e di questa notte l’incanto

per dirti quanto
vorrei che tu mi fossi accanto.

16 thoughts on “INVIDIOSA…MENTE

  1. Non dire sciocchezze e soprattutto non fare strani scherzi! Hai il dono di una mente creativa e stupefacente che rende arte qualunque cosa scriva. I tuoi colori sono infinite sfumature, altro che acidi e rancidi! Chi sa leggere tra le righe e le parole trova tutte le gradazioni possibili di colore, dalle tinte pastello degli acquarelli alle tinte forti…e dove mettiamo i tuoi finali a sorpresa? Una rarità di questi tempi. Per permettersi di mostrare i lati più intimi e vulnerabili di sè ci vuole molto coraggio e bisogna avere fiducia assoluta che chi ti legge non usi i tuoi scritti contro di te, non credo però sia il caso dei tuoi affezionati lettori 🙂 A noi piaci come sei e il giorno che ti decidessi a pubblicare altro ci piaceresti comunque, sappilo! Ti abbraccio

    Mi piace

  2. Ciao,sono sempre Edoardo,non so se ti ricordi di me… 🙂 comunque volevo dirti che è normale provare un po di invidia davanti a una persone che ha una delle doti più belle,cioè quella di saper scrivere 🙂 non sai quanto ho invidiato vedere i miei amici che riuscivano a scrivere così nitidamente quello che pensavano,quasi la penna fosse una diramazione della loro lingua… Ed io che faticavo a scrivere un Tema…

    Comunque non lo dico per farti i soliti complimenti stupidi,ma se così tanta gente segue il tuo blog evidentemente qualcosa riesci a trasmetterlo quando scrivi,e che male c’è se qualche volta per esprimere quello che hai dentro usi un pensiero o una poesia fatta da altri,anzi è una cosa che ti rende onore,d’altrone il pensiero e l’arte vanno condivisi con tutti 🙂

    Mi piace

  3. L’erba del vicino sembra sempre più verde. E’ ovvio che sia così. Così come ci vuole qualcun’altro per leggere con lucidità gli incubi della nostra oscurità, perchè noi “ci siamo troppo dentro”, allo stesso modo abbiamo bisogno del riscontro esterno per capire dove e perchè emaniamo luce.

    Mi piace

  4. Eh, l’erba del vicino è sempre più buona (chissà dove se la procura…).
    Comunque, se la cosa ti può far piacere, ti informo che l’invidia è cordialmente ricambiata. 😀
    Le tue sensazioni di incompletezza, di inadeguatezza al compito che ti sei prefissa, di incapacità a esprimerti compiutamente sono comuni a tutti gli artisti, condannati all’eterna insoddisfazione. Chi ne è esente pecca di superbia e supponenza, oppure è completamente pazzo. 🙂

    Mi piace

  5. E’ un fatto di gusti, a me piace come scrivi tu, e quello che scrivi è sempre originale pieno di fantastiche immagini che quasi riesco a vedere. Inoltre mi sembra che il tuo blog sia molto frequentato perciò piaci proprio per come scrivi. 🙂

    Mi piace

  6. Ti leggevo su myspace e ti ho seguito con piacere sul tuo sito, e mi piaci proprio per come scrivi, la tua personalità è straordinaria e lascia il marchio sui tuoi blog perciò non cambiare niente. 😉

    Mi piace

  7. Una sana gelosia fa bene e stimola a cercare di fare per un migliorarsi ,allora ben venga la gelosia,ma vorrei anche dirti tu sei già una brava scrittrice e comunicatrice di pensieri ,anche Stelio lo è e tanti altri , ma per saper scrivere non è mica obbligatorio essere scrittori , ognuno ha la sua caratteristica è questo quello che conta 🙂

    Mi piace

  8. Gia’…Stelio ha sempre ragione Na, e poi, la scrittura e’ un dono e i doni non si scelgono, vengono assegnati. E non lamentarti di tutti i doni che possiedi perche’ altrimenti vedi cosa ti faccio! =D

    X Stelio (caccia il nome, da chi l’hai comprata???)
    =)))))

    Mi piace

    1. ???
      Comprata???
      (a parte il fatto che gli atavici geni istriani della mia nobilissima stirpe di campagnoli e pescatori mi impongono di non comprare alcunché che non sia praticamente regalato…) 😀

      Mi piace

  9. A te lo immagineggi, come dicono qui dove sono ora, “Ciòiòi” scritto con lo stile di Stelio, o se tutti scrivessero allo stesso modo? Il bello è la varietà, la differenza dei sapori. 😀

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...