Opinione

La città che scompare

Ieri sono andata in città, (piccola città), per far visita all’agenzia delle entrate che mi ha inviato premurosamente una pesante S-gratifica natalizia, strada facendo ho attraversato la Via Emilia e un paio di strade parallele.
Durante il percorso ho avuto modo di vedere i cambiamenti avvenuti dall’ultima volta in cui ci sono stata, (circa un mese fa), ed ho notato con grande desolazione che, nella via principale, cinque importanti attività commerciali, una vicino all’altra, non esistono più: 100 metri di Via Emilia con occhi ciechi.

Nelle vie secondarie, un elegante negozio di abbigliamento maschile è stato sostituito da un centro per la ricostruzione delle unghie, la cartolibreria bella e colorata ha ceduto il posto alla rivendita di capsule compatibili e i locali dove c’era una panetteria ora ospitano le sigarette elettroniche.

Posso aggiungere soltanto: che tristezza!

35 risposte a "La città che scompare"

  1. Succede così un po’ ovunque. Da un lato non mi dispiace perché tanti veramente hanno rubato tanto in passato ma dall’altro lato tante attività oneste alla fine chiudono perché proprio non ce la fanno a star dietro un sistema che, tanto per dirne una, tassa il fatturato ma non tiene conto magari dei soldi che non prendi perché, vero che hai fatturato ma magari non ti hanno pagato. Poi la burocrazia ci mette del suo e la politica fa il resto. In definitiva sto paese è fottuto e, checché ne pensino i seguaci del cazzaro verde, di potrà salvare solo grazie agli stranieri.

    Piace a 1 persona

  2. La via dove sono nata… è un riciclo di sole attività orientali.., in breve tempo son spariti panettiere elettrauto merceria fruttatolo timbrificio targhe incisioni calzolaio falegname e vendita di presepi articoli religiosi. Oggi solo abbigliamento. Assurdo. Che tristezza tristezza!

    Piace a 1 persona

  3. Cioè nel senso no non mi piace, anche qui no capoluogo non esist più un negozio, tutto cambiato, ma sembra che dal sud est asiatico ci sia una rimonta di nuovi negozi di souvenir esotici, sperando reggano queste attività, mi spiace per la s-gratifica natalizia……

    Piace a 1 persona

      1. Sì è vero! Infatti quello che mi fa più strano è l’unghia ricostruita lunghissima °_°
        Ne avevo viste invece ad una ragazza di misura sobria e praticamente trasparenti con effetto leggermente olografico ed erano bellissime!
        Per ora mi accontento dell’essere riuscita a farle crescere di qualche mm da quando sono passata alle lime di vetro, prima mi si spezzavano subito! *_*

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.