Humour · Lifestyle · Opinione

Una serata informale

Nei bei tempi andati un lui diceva a una lei: “vuoi salire a vedere la mia collezione di farfalle?” Poi le farfalle sono diventate un mucchio di altre cose e, giusto per fare battute ironiche, ognuno ci ha messo dentro quello che più gli piaceva.
Ormai questa forma di invito ad un approccio più intimo è caduto in disuso e ci si ride solamente, anzi nemmeno più fa ridere.
Ma, l’altro giorno pensavo a quanti cazzi mi sono arrivati attraverso il web. Credo che quasi ogni donna abbia ricevuto foto di cazzi più o meno interessanti, durante la propria carriera di navigatrice on line.
Non serve dare motivi ammiccanti per vedere comparire sullo schermo un pene eretto e svettante, spesso e volentieri arrivano gratuitamente; così, mentre sei lì che stai cianciando o scorrendo pigramente un social, ecco sparato senza timori un bel pisellone con o senza didascalie d’accompagnamento.
Questo non significa che noi femmine siamo del tutto innocenti, o timorate e pudiche donzelle convinte di trovare i bambini dentro il fagotto della cicogna. Anzi, a volte ci piace (aspè, preferisco parlare a titolo personale poiché non vorrei essere assalita da orde di benpensanti indotti ad accusarmi di fare torto o generalizzare sull’altra metà del cielo), quindi passo al “mi piace” giochicchiare e talvolta scambiare effusioni virtuali, tanto per fare due versi di notte quando nessuno vede.
Perciò, riallacciandomi all’inizio del discorso, oggi pensavo: potrei chiedere a un corteggiatore, che mi accompagna a casa dopo la cenetta romantica, di salire da me a vedere la collezione di cazzi virtuali. Sarebbe originale, ma poco chic per un’attempata gentildonna qual io sono. Oltretutto il tipo potrebbe adombrarsi di fronte alla disinvoltura della femmina che amerebbe concupire. E poi, si sa, certi maschi affermano di adorare essere bramati ma, se la donna si mostra troppo intraprendente, loro si intimoriscono, benché non lo ammettano neppure sotto tortura.
Quindi m’è venuta un’ideuzza simpatica, potrei organizzare una bella serata tra amiche per lo scambio dei cazzi che gli uomini ci propinano sul web. Bandire il concorso del cazzo migliore, mettendo in palio per il vincitore una notte da trascorrere con tutte noi. Così potrà dimostrare le gioie che sa decorare col suo virtuoso pene-llo tanto orgogliosamente e generosamente omaggiato.
Che ve ne pare?
Oh maschietti, però non barate inviando lo strumento di lavoro di Rocco Siffredi eh…

Trofeo Penis
Trofeo Penis

33 risposte a "Una serata informale"

  1. Ahahah ne parlavo proprio l’altro giorno con Sara del fatto che a molte mie amiche ne arrivino tanti ed alla fine ne ridono e spesso poi me li mostrano così che li giudichiamo dal punto di vista estetico!😂 Certo, Rocco è Rocco ma qualcuno all’altezza ogni tanto c’è!😜

    Piace a 3 people

      1. Ahahah e per fortuna c’è Nadia che alza la media! Dai, magari se non è gelosa ti cede qualcuno dei suoi, forse come con le figurine avrà dei doppioni!😂😂😂

        Piace a 3 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.