Opinione

Non ci sono più gli uccelli di un volta

Anni fa, quando nevicava, buttavo sul balcone le briciole di pane e gli uccellini in cerca di cibo spazzolavano tutto in men che non si dica.

Poi son cominciate a girare storie sul fatto che il pane non va bene per loro ed è meglio offrire miscele di semi e grasso appropriati segunedo ricette di esperti ornitologi.
Così ho fatto, ed ho anche acquistato dei biscottini prodotti in Italia apposta per loro e persino il rosso d’uovo. Ho messo tutto in piattini posti sul tavolo del balcone.


Purtroppo la mia speranza di offrire ristoro è stata delusa poiché i “ragazzi” hanno spiluccato qua e là, senza entusiasmo, lasciando i piattini quasi pieni.

Vuoi vedere che se compro le cineserie da quattro soldi, di cui parlavo qui, quelli si pappano tutto senza batter becco?

Sarebbe proprio una bella delusione scoprire che non ci sono più neppure gli uccelli affamati di una volta.

22 risposte a "Non ci sono più gli uccelli di un volta"

  1. Nel mio giardino, quando ha smesso di piovere, son venuti fuori tutti: gazze, merli, tortore,
    colombi, colombacci, passerotti, pettirossi e anche degli uccellini piccoli piccoli. Stanno becchettando tra le foglie morte, chi cerca semi, chi lombrichi e insetti. Ogni tanto le gazze in volo lasciano cadere dei pezzetti di pane, di focaccia e altre cose che vanno a prendere, forse, fuori dal supermercato o dalla pizzeria poco lontana. Ho trovato una lisca di pesce e perfino il budello di un insaccato, forse un cotechino. Anche i resti di altre uccelli uccisi, divorati e lasciati lì dalle gazze.

    "Mi piace"

  2. Qui è arrivata la neve (tanta) e mio marito ha preparato la brioche. Molto friabile, e quindi son rimaste molte briciole. Le ho offerte ai passerotti e a tutta la compagnia volatile, e dalla finestra li ho visti battibeccare (o forse solo beccarsi) per contendersi quel che rimaneva. Forse anche per loro, come per noi, non sarà il massimo della salute ma ogni tanto è più che gradito.

    "Mi piace"

  3. Il pane non fa molto bene nemmeno a noi, basta pensare alla farina raffinata, allo strutto e tante altre porcherie che ci mettono dentro.
    Ci si adatta, ma potremmo tutti nutrirci meglio.

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.