Humour · Insofferenza · Lifestyle

NON SEGUO L’ONDA

…LA SPETTINO

In questi giorni mi martella ‘sta specie di motto insofferente nella mente

E la mia mente è molto (motto) spettinata.

spettinata-mente
spettinata-mente

 

Anzi, sembra spettinata.

Infatti non è spettinata, è che metto (motto) la parrucca della fattucchiera per scaldarmi le orecchie, non avendo la possibilità di comprarmi una cuffia adeguata(mente)

Evap-i-rata
Evap-i-rata fattucchiera

 

Già, dopo aver pagato tutti i balzelli dello sceriffo di Nottingham sono rimasta anch’io senza un centesimo

come la maggior parte degli italiani (onesti).

E io pago...
E io pago…

Come?

Ah, dici che mi sto dando dell’onesta da sola?

E’ vero, ma tu sai che non potrei mai essere disonesta.

Non perché io sia migliore di altri, anzi, vorrei tanto avere la possibilità di rubare come fanno quelli che

tutti/sanno/che/rubano/ma/nessuno/riesce/a/impedirglielo.

Il fatto è che non mi arriva niente così vicino da poter rubare, altrimenti ruberei anch’io.

Mica sono scema eh…

Perciò, tornando all’onda, capisci perché non posso seguirla ma, solo…

Spettinarla!
Spettinarla!

5 risposte a "NON SEGUO L’ONDA"

I commenti sono chiusi.