Opinione

Che ci posso fare

Quest’anno mi sembra che il Santo Natale sia più appiccicoso del solito.
Vedo tutti in fibrillazione, prodighi di inviti e regali.
La radio che ascolto, come sempre, la mena con canzoni natalizie a ciclo continuo e nel notiziario, oltre a osannare il cabarettista fallito dell’Ucraina e fare il conto delle vittime del mare, riesce persino a dare una notizia consolante: il gas non aumenterà perché l’inverno è mite.
C’è da essere solidali con chi soffre, ma felici di poter godere le succulente feste.
Dopo tre anni di tribolazioni, divieti e divisioni, ci si sente meritevoli di gioia.
Persino le visite ai parenti sono rivalutate.

Ma io sento solo le mani appiccicate. E che ci posso fare…

29 pensieri riguardo “Che ci posso fare

  1. Cara Nadia ti puoi immaginare con che spirito Io e la mia famiglia festeggiamo senza mio fratello senza il loro padre senza il suo marito!?
    Tuttavia staremo insieme e sorrideremo perché ci sono i bambini e soprattutto perché come hai detto tu a un certo. Dobbiamo essere grati di quello che abbiamo che è molto di più di quanto hanno per esempio in Ucraina oggi e in tante tantissime parti desolate del mondo.
    Abbraccio forte Nadia🌲🌲🌲💚

    Piace a 3 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.