Le mie domeniche bestiali · qualche pezzo di me

Per poco non ho vinto un principe marrone (temporaneo eh)

Dico temporaneo perché con me nemmeno i principi azzurri o di altri colori durano tanto ma, a parte questo, ieri ho rischiato di trovarne uno. 

In questa estate pedante le mie domeniche sono veramente bestiali poiché, non sapendo dove sbattere la testa, talvolta vado a comprare nel supermercato dove, di domenica, c’è poca gente e fanno lo sconto del dieci per cento su tutta la spesa.
Così è successo ieri; ho fatto i miei acquisti e poi mi sono recata alla cassa.
Dietro di me è arrivato un uomo con una sola bibita in lattina, perciò gli ho chiesto se voleva passare visto che io avevo il carrello.
Lui, gentilissimo mi ha ringraziata dicendo: “Davvero ma fa passare?” “Certo”, “Beh ma per me è lo stesso perché non so dove andare”.

A dire il vero lo facevo passare perché puzzava parecchio e io sono molto sensibile agli odori, ho il naso lupesco.
Lui, vedendo la marca di acqua che avevo nel carrello chiede: “Lei mi consiglia di bere l’acqua “marca…”, visto che l’ha comprata?”, rispondo altrettanto educatamente “io bevo questa, lei può bere quella che vuole”, giusto per troncare il dialogo, ma lui insiste e chiede “visto che non so dove andare, mi porta a fare un giro?” risposta: “No, ho da fare.”
Quindi è uscito rassegnato.

Era talmente abbronzato da sembrare un africano, invece era italiano con un accento del nord, parlava benissimo e sembrava una persona colta.

Mentre pagavo, la ragazza alla cassa ha osservato sorridendo: “probabilmente è uno di quelli che fanno il giro d’Italia in bicicletta perché aveva lo zainetto.” Io ho annuito, ma l’odore che aveva il tipo era inconfondibile, era quello dell’homeless.

Quando ero vicino alla macchina per scaricare il carrello, lui è arrivato e mi ha offerto aiuto, io ho risposto che non serviva; poi mi ha chiesto se ero sola e dove stavo andando, ho risposto che ho marito e due figli (bugia). Lui non si è mosso ed è rimasto lì a guardarmi, allora ho chiesto se gli serviva qualcosa pensando che mi avrebbe chiesto l’euro del carrello, invece ha risposto che non aveva bisogno di niente ed è andato via portando con sé l’odore di uno che non si lava da settimane.

L’ho guardato allontanarsi: un bel tipo, sui 35 anni, alto e ben costruito, non fosse stato che serviva la soda caustica per disincrostarlo ci avrei fatto un giro volentieri per farmi raccontare le sue avventure.

30 pensieri riguardo “Per poco non ho vinto un principe marrone (temporaneo eh)

    1. Ma certo, ormai sono anni che non porto più a casa uno con i capelli verdi.
      Comunque questo non era pericoloso, puzzava soltanto. Se fosse stato un serial killer me ne sarei accorta. :-)))

      "Mi piace"

      1. Non pensavo al serial killer.. solo a uno che magari si “accollava”. Quanto alla puzza, non si può giudicare solo da quella. Se mi incontrassi adesso fra quello che mi sono sudato oggi e la polvere che mi si è attaccata (posto che non vedo l’ acqua da ieri pomeriggio) probabilmente ti sembrerei Charles Manson. 😀

        Piace a 1 persona

      2. Conosco, conosco. E’ una cosa stratificata. Ti dirò, arriva ad un punto in cui diventa anche normale. Senza scendere in dettagli, ma conosco bene. E’ stato il mio “lavoro” per qualche tempo.

        "Mi piace"

      3. Scusami, sembra che stia facendo il “misterioso”, pare che me la stia tirando.
        La cosa è più semplice di quanto sembri: ormai si sa che ho fatto il poliziotto, e lo ho fatto in diverse vesti. Quando ancora “non avevo i gradi” ma avevo l’ esperienza e il “physique du ròle” necessari, ho fatto la mia parte nell’ ambito di un’ operazione di ricerca minori. Nel mio piccolo, un traditore. Però ha funzionato.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.