Opinione

Il mondo degli esperti e le nostre mutande

Dopo l’invasione planetaria di esperti virologi che hanno creato confusione nella testa delle persone, ne sono arrivati altri che fanno deragliare totalmente i cervelli di chi ascolta.
Tra: il virus è scomparso – no non è scomparso – a settembre ci sarà una nuova ecatombe – sta già partendo una nuova epidemia – togliete le mascherine – tenete le mascherine – i guanti sono nocivi – mettete lo scafandro, e altre affermazioni, che variano dal color morte all’azzurro del mare, c’è in mezzo solo il telecomando; basta cambiar canale tv, o leggere testate differenti, per essere indotti a scegliere tra costruire un bunker o prenotare una vacanza.

Possiamo anche crogiolarci nella sindrome della capanna restando blindati in casa, o buttarci in stoiche manifestazioni di piazza formando assembramenti per originare nuovi focolai.

Insomma c’è ampia scelta di notizie, sulle quali cullare i cervelli, per dimenticare quanto ci costerà tutto questo in termini economici; sia che il covid resti, sia che decida di sparire, noi, comuni contribuenti, saremo tutti con le pezze al culo.

20 pensieri riguardo “Il mondo degli esperti e le nostre mutande

  1. Ho la vaga impressione che “sperino” tanto nella seconda… o terza ondata.
    Altrimenti che ce ne facciamo di tutte le mascherine che sono state prodotte?… senza contare che quando arriverà il vaccino…
    Poveri noi.
    Buon Pomeriggio domenicale.
    Quarc

    "Mi piace"

Rispondi a Walter Carrettoni Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.