qualche pezzo di me

Inutile tergiversare

Lo devo dire: il mio contenitore non funziona più bene.

Ho sempre affermato che l’unica fortuna della mia vita è la salute fisica, purtroppo da tanti mesi non è più così.
Tutto è iniziato a settembre dello scorso anno con forti dolori a braccio e spalla destra.
Il medico di base mi prescrisse antinfiammatori che assunsi per un breve periodo.

A gennaio la situazione era addirittura peggiorata, il male era insopportabile. Decisi quindi di andare, a pagamento, in un centro specializzato per fare ecografie, radiografie, visita ortopedica e fisiatrica.
Mi fu diagnosticata una borsite alla spalla destra che venne “curata” con infiltrazioni di cortisone, acido ialuronico e onde d’urto.

Onde evitare di sovraccaricare le spalle per tutta la primavera ho sospeso la pesistica in palestra, però non mi sono privata delle mie adorate scarpinate su e giù per le colline. Purtroppo da fine febbraio ho preso una brutta influenza che ha mi devastata con la tosse fino a maggio quando mi sono decisa a prendere gli antibiotici che hanno eliminato la tosse, ma mi hanno massacrato stomaco e intestino.
Non ho mangiato per una settimana ed ho perso quattro chili; ero già sottopeso perciò le mie condizioni sono peggiorate.

La spalla continuava dolermi e le mie camminate diventavano sempre più difficili perché deambulavo nel modo sbagliato.

A giugno cominciava a farmi male anche la gamba destra e la spalla non voleva saperne di guarire.
Il medico mi prescrisse una risonanza magnetica che rivelò la rottura di un tendine della spalla, ma anche la sinistra aveva la cuffia rotta.
Nuova visita ortopedica, fisiatrica e terapie con ultrasuoni, laser e riabilitazione.

Le camminate erano cariche di difficoltà perché la gamba destra mi dava sempre più problemi, mentre la spalla sembrava stare meglio nonostante il tendine rotto.

A settembre non riuscivo più a camminare per il dolore alla gamba.
Nuove indagini, nuove visite ma, questa volta nessun medico ha saputo trovare la causa di questo nuovo problema, quindi cure “a tentativi”, di nuovo cortisone e onde d’urto ma senza risultato.

Ora sono completamente ferma (che per me è la morte), dietro suggerimento di amici sono andata da un fisioterapista fuori da strutture ospedaliere, ieri mi ha sottoposta a Tekar terapia.

Le persone a cui ho esposto i miei problemi hanno suggerito i rimedi più disparati, qualcuno l’ho seguito.

A parte tutto ciò che ho descritto sopra ci sono stati tentativi più cure più leggere.

Cura con Aloe vera: quattro mesi

Acido ialuronico in pasticche: sei mesi

Collagene in pastiglie: sei mesi

Magnesio supremo: lo sto prendendo

Proteine in polvere, vitamine, amminoacidi ramificati più altri integratori: fatto.

Oggi, a un anno di distanza mi sento una bambola spezzata, non riesco a camminare e sono senza forza. Da una settimana ho nuovamente l’influenza e la mente mi sta abbandonando.

Non so più che cosa fare.

Nei prossimo giorni sarò presente nel blog con post programmati e non nuovi perché sono stanca e non ho stimoli decenti, scriverei solo brutte cose.

Chiedo scusa a chi mi segue con affetto per questa esposizione di negatività, ma è la mia vita attuale. Purtroppo la serenità non è nel mio destino, non bastavano tutti i problemi dopo la perdita del lavoro e la casa che non riesco a vendere, adesso mi abbandona anche la salute, l’unica cosa su cui potevo contare.

Preferisco non consentire i commenti per evitare di mettere in imbarazzo chi legge e non saprebbe che cosa dire.

Grazie amici.