Opinione · Uncategorized

IN CERTEZZA

Durante l’ormai sepolta tragedia di Charlie Hebdo, ho visto passare opinioni di ogni forma e colore.
Ovviamente, come la maggior parte del mondo non musulmano ha fatto, portata dall’onda dell’impatto, anch’io ho postato la mia bella matita innocente a difesa della satira. Ma mi sono fermata a quello perché per il resto ho solo una grande confusione in testa.
Sembra che tanti, tantissimi di coloro che manifestano idee, abbiano certezze assolute su tutto.
Per quanto mi riguarda, onestamente affermo di avere unica certezza il comandamento “non ammazzare” come mio preferito, e non perché sta scritto sulle tavole della legge, perché va contro la mia natura togliere la vita a qualunque essere vivente. Anche se questo è, comunque, da verificare poiché non so come reagirei se fossi in pericolo di vita, o lo fosse qualcuno da proteggere.
Sarà che non ho grandi fedi da seguire, sarà perché c’è ben poco di questa umanità che mi convince, ma io non riesco ad avere certezze di alcun tipo.
Non le ho su me stessa, figuriamoci su persone che non conosco.

Mah...
Mah…

9 thoughts on “IN CERTEZZA

  1. C’era un greco, tanto tempo fa, che diceva di non avere certezze e che l’unica cosa che poteva affermare con sicurezza era di non sapere. Proprio per questo l’oracolo di Delfi disse che era il più saggio dei greci.
    C’è più saggezza in chi ammette i propri limiti rispetto a quanti si riempiono la bocca di certezze acquistate a buon mercato qua e là, per compiacere il potente di turno o per impressionare le folle.
    Ciao Nadia

    Liked by 1 persona

  2. Il dubbio è il pendolo tra due certezze. Se si blocca su una delle due l’orologio si ferma e pure il tempo del mondo non avanza più.
    Mi spiace che tu non abbia certezze, io ne ho a bizzeffe e saltello da una all’altra evitando facilmente di farmi catturare da queste. Queste mie certezze sono così imbelli che non riesco proprio a prenderle sul serio.
    Già che ci sono provo a intaccare la tua unica certezza (ma quanto mi piace seminare il dubbio…) ovvero la validità universale del principio “non ammazzare”. Bada, non vado in cerca di giustificazioni quali la legittima difesa, la guerra giusta, il mortale deterrente, e via dicendo, tutt’altro. Al suo posto mi va di proporti un altro comandamento, più che universale, direi sovrauniversale, in quanto spetterebbe anche alla divinità osservarlo: “non far soffrire”.
    Dopo questo tutti gli altri eventuali comandamenti sarebbero superflui.
    Bye

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...