Lifestyle

Giorni d’attesa

Da qualche giorno quasi tutti gli umani vivono uno stato emotivo eccitato e un po’ ansioso.
E’ quella forma di ansia indotta da una circostanza che conosciamo tutti: l’attesa.
Un’attesa che si auspica foriera di vita migliore.
Ci si sente quasi come al primo appuntamento con una persona di cui siamo infatuati, l’attesa dei risultati degli esami di maturità, l’arrivo della prima bicicletta, del primo motorino, della prima vacanza con gli amici.
Tutti riuniti in quella specie di limbo dove si corre da un negozio all’altro per acquistare l’abito luccicante, il cibo per cenone, il vino per il brindisi, oppure un ristorante che offre ancora qualche tavolo libero.
Poi si vivranno le ore magiche dell’evento, l’eventuale sballo alcolico caciarone, il 1° gennaio col cranio ancora colmo di euforica confusione e, dal picco adrenalinico al tonfo di stanchezza, ci si sveglierà parlando già al passato remoto dell’anno finito.

21 pensieri riguardo “Giorni d’attesa

  1. I really like your blog. A pleasure to come stroll on your pages. A great discovery and very interesting blog. I’ll come back to visit you. Do not hesitate to visit my universe. See you soon. Best wishes.

    "Mi piace"

  2. Per me nessuna ansia e nessuna frenesia, alla fine è solo il giorno in cui il pianeta ha completato un altro giro attorno al sole, non cambia nulla, non cambia la mia mia vita ed è solo un altro giorno normale che passa, come tutti gli altri. Botti comunque ogni anno che passa ne sento sempre meno, almeno qualcosa di positivo c’è!🤔

    Piace a 1 persona

  3. Come ho scritto nel mio ultimo post io sono una cinica odiatrice di Capodanno, e sono pure giovane 😅 non sento l’obbligo di fare baldoria per forza, l’importante è passare la serata con la compagnia giusta 🙂 i botti di Capodanno dovrebbero essere banditi…

    Piace a 1 persona

  4. Per mia fortuna io non ho più animali, la mia ultima gattina, quella nera, dava fuori da matta durante questa notte. Pensa, poi, che qui da noi hanno iniziato una settimana prima di Natale a rompere le scatole con petardi che sembrano bombe e fuochi d’artificio di notte.
    Hanno perfino devastato il presepe che era stato fatto in una nostra frazione, massa di mentecatti…dovrebbero mangiarli i petardi così avrebbero qualcosa nella testa.

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.