qualche pezzo di me

14-19

Sono le cinque ore del giorno che più mi disturbano, soprattutto in estate quando le giornate non finiscono mai.

Sarà perché quando andavo all’asilo erano le ore del sonnellino, (che io già insonne detestavo), e poi dell’attesa di tornare a casa, oppure per quelle del lavoro che non passavano mai, o chissà cos’altro ancora.

Sta di fatto che queste ore sono per me le più difficili del giorno, lo erano anche quando potevo permettermi le vacanze; mi piacevano soltanto quando stavo ad arrampicarmi su qualche montagna in Alto Adige, mentre adesso mi arrampico soltanto sulla vita.

24 pensieri riguardo “14-19

  1. Io di solito leggo… e a volte mi appisolo, dipende da quanto ho dormito le notti precedenti, o se è in arrivo un temporale d’estate, nel qual caso l’abbiocco è assicurato. Era tragico quando lavoravo: stare al computer in quelle ore nell’afa pre-temporale era totalmente ipnotico. Dovevo andarmi a sciacquare polsi e viso ogni venti minuti…fino alle prime gocce di pioggia, dopodichè ero (sono) di nuovo sveglia e presente.

    Piace a 1 persona

  2. Sono le ore in cui mi rintano in casa, chiudo le finestre a sud/ovest, abbasso le tapparelle, mi godo il silenzio e la fresca penombra della casa…adesso, naturalmente, perché sono sola e non lavoro più.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.