qualche pezzo di me

La mia sindrome di Stendhal

Alla fine della giornata stavo attraversando un pratone per tornare al rifugio, il sole era quasi al tramonto ma spandeva l’ombra dietro di me; gli voltai le spalle per guardare indietro e le vidi.

Le Pale di San Martino splendenti come dee

Un’incanto mai provato si estese in tutto il mio essere, rimasi commossa a osservarle, muta e beata.
La bellezza, quella vera, mi aveva toccata.

Il giorno seguenti incontrai una coppia di americani, appassionati di montagna, che avevano conosciuto quasi tutte le catene montuose del globo e mi dissero che le Dolomiti sono le più belle montagne della terra.

Lo penso anch’io

8 pensieri riguardo “La mia sindrome di Stendhal

Rispondi a Evaporata Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.