blog che seguo · Opinione

Giovanni Falcone: Si muore generalmente perché si è soli. Le parole del magistrato – 28 anni fa la strage di Capaci

Giovanni Falcone Si muore generalmente perché si è soli Il 23 maggio 1992, 28 anni fa, Giovanni Falcone e Francesca Morvillo venivano assassinati Le parole del magistrato – Si muore generalmente perché si è soli o perché si è entrati in un gioco troppo grande. Si muore spesso perché non si dispone delle necessarie alleanze, […]

Giovanni Falcone: Si muore generalmente perché si è soli. Le parole del magistrato – 28 anni fa la strage di Capaci

29 pensieri riguardo “Giovanni Falcone: Si muore generalmente perché si è soli. Le parole del magistrato – 28 anni fa la strage di Capaci

  1. Da quei giorni, siamo arrivati a ciò che abbiamo oggi. Falcone non lottava sono contro la mafia, ma contro tutta la collusione politica che c’era dietro. Sono stati lasciati soli dallo stato.

    "Mi piace"

  2. Io non ho vissuto quel periodo essendo nato nella seconda metà degli anni ’90 ma nonostante ciò è stato un momento importante e tragico per il nostro Paese e ho fatto di tutto per sapere tutto quello che era successo e l’impatto che ciò ebbe sulla nazione. Eventi simili non dovrebbero essere dimenticati mai e poi mai e bisogna fare in modo che vengano ricordati e compresi.

    Piace a 1 persona

  3. dopo l’assassinio di falcone e Borsellino qualcosa dentro di me è cambiato…non che prima credessi nelle istituzioni, ma mi si è sgretolato quel poco di sano che pensavo ci fosse… due giudici di quel calibro non dovevano essere lasciati soli!

    Piace a 1 persona

  4. Ricordo quei giorni, così come quelli successivi, quando ammazzarono anche Borsellino. Per la mia generazione (adolescenti del Sud) non uccisero soltanto due magistrati impegnati nella lotta alla mafia. Uccisero per sempre (per molti a livello inconscio, per altri a livello conscio) la speranza che al Sud, la legalità e il senso della stato potesse imporsi. Siamo diventati giovani ed adulti con quella ferita. C’è un momento del film di Bellocchio, in cui per un’inquadratura, il regista dimostra come Falcone non era un semplice magistrato. Davanti a quella scena, e a quella del suo attentato, trattenere le lacrime per me è stato impossibile.

    Piace a 2 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.