lo spazio di chi ne parla · Opinione

Troppi conti non tornano — Il simplicissimus

Qualcosa non funziona: la rappresentazione dell’epidemia quanto a pathos è perfetta, quanto a provvedimenti è assurda e contraddittoria, ma quanto ai numeri è così sciatta e statisticamente fantasiosa che i conti non tornano affatto. Con circa 12.500 contagiati (ovviamente accertati) ci sono stati 827 decessi, con un tasso di mortalità del 6,6 %, ovvero quasi […]

via Troppi conti non tornano — Il simplicissimus

6 risposte a "Troppi conti non tornano — Il simplicissimus"

  1. Il discorso è complesso. Sgombrerei il campo dal numero di morti truccati perché in un paese come il nostro non è verosimile pensare ad una regia unica che stabilisce le cifre da dare.Semmai uno dei nostri problemi maggiori è dovuto al federalismo/regionalismo che ha visto in una prima fase ognuno andare per conto suo con protocolli diversi e in cui, negli anni si è fatto scempio della sanità. Vero è che altre epidemie hanno fatto molte più vittime e che questa di per sé non è mortale ma va ad aggravare chi è in cattive condizioni di salute.
    Vero è che, il sistema economico attuale è impietoso con gli ultimi e la palese dimostrazione di ciò l’ha appena data il premier inglese: noi non faremo nulla, la macchina da soldi non si deve fermare, preparatevi a vedere morire chi non ce la fa… sticazzi…tanto son vecchi e non ci mancheranno! Gli stessi concetti della destra un po’ ovunque, Italia compresa solo che, l’inglese almeno non è stato ipocrita come i nostri che prima hanno ridotto all’osso la sanità e mo piangono. Dei ventimila americani frega un cazzo, hanno un altro leader idiota che hanno scelto loro, uno intelligente avrebbe rimandato l’esercitazione, non lo hanno fatto? Faranno i conti alla fine. Peggio per loro. Vero che per ora i conti altrove non tornano. Ma è ancora presto, torneranno. In ogni caso è plausibile che, molte polmoniti semplicemente non sono state incluse nelle statistiche perché ancora non si sapeva cosa cercare e quindi, si limitavano a curare la malattia senza distinguere se fosse causata dall’infuenza normale. Del resto lo stesso era accaduto all’inizio in Cina. La gente aveva febbre, tosse, raffreddore, andava dal medico… dottore sto male… tossisci…di 33…tlentatle…ok, pigliati aspirina, bevi e statti a casa…e ma devo lavorare…va beh, copriti cià…cià. Inutile fare dietrologie, nessuno poteva all’inizio capire che si trattava di un virus mutato. Guardando poi i picchi di è visto che c’era un anomalia e hanno capito. Ma ormai mezzo mondo era infetto.
    Che ci fosse un ceppo nostrano pare sia stato escluso ma è verosimile pensare che qui si possa essere comunque adattato e parzialmente modificato ma siamo nell’ambito di ipotesi che solo chi ha dati, certi, e mezzi, dopo studi ed analisi potrà chiarire.
    Per ora abbiamo solo due opzioni visto che un vaccino non c’è. O facciamo come il sovranista inglese e diciamo che ce ne freghiamo e alla fine vediamo chi c’è c’è oppure cerchiamo di salvaguardare i più deboli come gli anziani e gli immuno depressi anche se a qualcuno farebbe comodo per i conti che non ci fossero.
    Ah, per gli stranieri probabilmente non vi sono casi ( ma bisogna vedere i dati ufficiali) solo perché quelli presenti in Italia sono persone giovani e forti e non vi sono ultrasettantenni che verosimilmente sono rimasti nei loro paesi d’origine. Nessun complotto quindi, semplicemente i giovani, italici e non , si ammalano poco o nulla.

    Piace a 1 persona

  2. E chi sono questi che sono morti? Chi li ha visti? Qualcuno li conosce? Tempo fa dei complottisti avevano più volte parlato di un complotto per eliminare milioni di persone poichè abbiamo poche risorse ormai. Quindi avevano visto giusto? Qualche dubbio sorge eccome.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.