Filastrocche

I sentimenti ignoti

Sono quelli che non riuscì

a far comprendere

Perché occhio non vede

umano non crede

Così una furtiva goccia di sangue

dal cuore sgorgò

Per non passar per stolta

tagliò le vene un’altra volta

Ma sapeva che era peccato

perciò donò il sangue

ai fiori del prato

Farfalle belle ma senza colore

accorsero premurose

per cancellare il dolore

tingendosi di rosso sangue

e verde prato

Poi volarono lontano

dove tanti bambini

si tenevano per mano

Bambini silenti e spenti

dalle guerre dei grandi

E poi

come succede nelle fiabe più belle

le farfalle si accesero come stelle

Indicando la strada ai bambini

che corsero lontano

sempre tenendosi per mano

Lontano da guerre e malvagità

5 pensieri riguardo “I sentimenti ignoti

Rispondi a Federico Santarelli Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.