Lifestyle

Casteggio

A venti chilometri dal me c’è un paese chiamato Casteggio che entra relativamente nella breve filastrocca* demenziale che scrivo per raccontare un fatto accaduto anni fa durante uno dei miei “morosamenti” importanti.

Lui stava a casa mia tutti i fine settimana.
Una domenica mattina litigammo e, mentre lui era ancora a letto, io uscii di casa lasciandogli un biglietto sul tavolo con scritto: “vado al mercato di Casteggio”.
Era estate e faceva caldo.
Quando tornai era sul balcone con Mel, la mia gatta.
La scritta nel biglietto che avevo lasciato sul tavolo s’era allungata perché aveva risposto:

*”Tu Casteggio,
Mel boccheggia,
io cazzeggio”.

Che cosa intendo dire con questo post? Niente, semplicemente avevo voglia di scrivere questo momento di vita.

Mel

QUI invece dico tanto

7 risposte a "Casteggio"

I commenti sono chiusi.