AMORE · Diritti d'autore · Scrittura

Naufraghi sentimentali

Lei montava una sesta di reggiseno come bandiera

lui un boxer a forma di toro ormai scornato

Le loro zattere si scontrarono in mezzo all’oceano della solitudine

e fu subito lotta per divorarsi reciprocamente

La fame non perdona?

Anche…
ma la loro più grande sfortuna
fu di essere scritti
da un cultore di Limerik
sfinito dall’invasione
di nonsenso d’amore
appiccicosi come un impacco
di miele e farina di ceci
su una testa rasta

(n.d.a.: lo scoppio provoca sempre qualche danno)

Opera dell'artista Emanuele Cazzaniga
E tiro dritto

4 risposte a "Naufraghi sentimentali"

  1. Adoro qualsiasi cosa parte dal naufragio…sarà che il mio sogno eterno è finire su di un isola deserta ( tipo laguna blu)..ma ogni cosa che parte dal concetto del naufragare ( da sempre ) ha in sé un significato quasi sublime. ….se a tutto questo aggiungiamo la forma poetica in limerick. ..allora Nadia devo seguirti di più. ..

    Mi piace

I commenti sono chiusi.