BLOG AMICI · comunicazione · Lifestyle · Opinione · Report

Oggi Paola Taverna è similabile a quelli che vengono paragonati ignoranti funzionali. (Post serio sul rapporto fra pensiero e linguaggio) — Hic Rhodus

Suggerisco di trovare qualche minuto per leggere sino in fondo questo articolo di Claudio Bezzi perché, al di là delle citazioni sul linguaggio di certi parlamentari, offre grandi spunti di riflessione.

 

Non si tratta di irridere i congiutivi di Di Maio o gli sproloqui di taverna. Dietro il pessimo linguaggio si cela un pensiero povero…

via Oggi Paola Taverna è similabile a quelli che vengono paragonati ignoranti funzionali. (Post serio sul rapporto fra pensiero e linguaggio) — Hic Rhodus

20 risposte a "Oggi Paola Taverna è similabile a quelli che vengono paragonati ignoranti funzionali. (Post serio sul rapporto fra pensiero e linguaggio) — Hic Rhodus"

  1. Tramite uno studio di glottologia e linguistica generale e soffermandoci sullo studio della posizione del soggetto all’interno dei diversi idiomi affrontai un interessante studio dell’evoluzione dei diritti umani in ciascuna di questi idiomi. Ritengo il linguaggio, la versatilità e l’elasticità mentale in grande declino. Anzi vedo che oggigiorno vi sia la tendenza a leggere 1 libro e dire con certezza e convinzione: “è così”

    Piace a 2 people

  2. Interessantissimo articolo! L’ho letto tutto di un fiato. L’analfabetismo funzionale è un rave problema che colpisce l’Italia anche (o soprattutto) ai piani alti della cultura. C’è poca curiosità in giro, pochi desiderano approfondire…si accontentano delle pappe pronte che ingurgitano acriticamente.

    Piace a 1 persona

  3. L’impressione che ne ho tratta è che quello del blogger citato sia un concetto fin troppo schematico, dove basta prendere una laurea in giurisprudenza per entrare in una dimensione, una in medicina per entrare in un’altra e così via, come se vi fossero dimensioni per meccanici, per insegnati, per salumieri ecc.. ecc… Un mondo concettualmente a blocchi. Non penso proprio sia così o meglio, o meglio, spero bene non lo sia. Per quanto il proprio percorso di studi e il proprio lavoro formino e “nobilitino”, la propria concezione della vita penso sia comunque dettata e condizionata da una pluralità di elementi che spesso esulano dal proprio mondo lavorativo.
    Tolta questa ampia parentesi, resta comunque il fatto che mentalità non dico colte ma verosimilmente allenate, elastiche ed aperte siano oggi in forte crisi e che l’espressione del politico medio attualmente eletto (ma è un attuale che ci portiamo dietro da almeno trent’anni) sia purtroppo lo specchio del livello culturale medio nazionale.

    Mi piace

  4. Il problema è che sono stati votati da una maggioranza di persone che sono peggio di loro.
    C’è un serio analfabetismo collaudato da una pseudo-informazione-comunicazione internet e tutti credono di sapere tutto di tutto, aumentando l’ignoranza di base, lo sproloquio conseguente e l’arroganza emergente.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...