BLOG AMICI · Informazioni · Lifestyle · Opinione · TAG

Tag “My World Award”

Ancora alle prese con un doppio Tag, ringrazio Judith titolare del blog “Pensieri tra parentesi” e Claudio, titolare del Blog di Demonio, che mi hanno nominato.
Anche in questo caso lo scopo è conoscerci un po’, quindi procediamo con le regole:

Nominare chi ti ha nominato
Rispondere alle domane
Rilanciare la sfida ad altri blogger

Ora passiamo alle Domande:

Un ricordo improvviso che riaffiora nella tua mente
Non è semplice perché ne ho proprio tanti, ne cerco uno divertente. Eccolo qua: durante uno dei tanti traslochi stavo portando due pesanti borse da viaggio colme di libri, una per mano. Dovevo attraversare il passaggio, lastricato di grandi mattonelle di granito, che portava dal giardino condominiale al parcheggio; avevo un paio di scarpette basse senza stringhe e, mentre trotterellavo come un asinello carico, inciampai proprio in una piastrellona ma, invece di cadere, riuscii a tenermi in equilibrio con le borse e quindi restare in piedi. Il risultato fu esilarante perché entrambe le scarpe rimasero incastrate tra una mattonella ed io, spinta dall’inciampo, feci alcuni passi di corsa a piedi scalzi con le borse appese alle braccia. Beh, il mio ex marito scoppiò a ridere ed io sto ridendo ancora adesso.

Un complimento che hai particolarmente apprezzato nella tua vita
Me lo fece un caro amico mentre gli spiegavo i motivi per cui avevo lasciato un fidanzato: “tu sei l’unico vero spirito libero che conosco. Se qualcosa non funziona, hai il coraggio di tagliare e cambiare, sai vincere la paura e non te la fai andar bene per forza passando il tempo a lamentarti o recriminare”.

La cosa più improponibile e divertente che hai fatto da ubriaco
Non tanto improbabile, quanto divertente: dopo aver trascorso parte della notte in un discobar a bere chupito e succhino, sulla strada del ritorno, io e il mio ragazzo notammo una poltrona sfondata vicino ad un cassonetto. Essendo entrambi estimatori di modernariato, la caricammo sulla mia 106 per portarla a casa raggiungibile soltanto salendo una lunga scala ripida nel giardino condominiale. Urlando e sghignazzando come due ubriachi deficienti con serie difficoltà a rimanere in piedi, riuscimmo a metterla in cantina dove è rimasta fino al trasloco in altra dimora. Quella notte riuscimmo a raccattare anche un paio di zoccoli in testa dalle finestre vicine.

La scala di priorità che ti sei dato e sulla quale basi la tua vita
Sopravvivere.

Una parola preferita
Terra.

Un Sogno nel cassetto
Dormire senza sognare.

La cosa che più vi annoia di una persona.
Mi annoia chi ascolta solo se stesso.

In questo periodo ti sei reso conto di aver perso
Credo che si cominci a perdere qualcosa fin dalla nascita.

Nomino chi ha piacere di partecipare.

15 risposte a "Tag “My World Award”"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...