famiglia · Insofferenza · Lifestyle · Opinione · Report · Selvatica-mente

Compleanni defunti, i miracoli di FaceBook

Su Facebook c’è l’usanza di celebrare feste e anniversari dell’aldilà. Da qualche anno si è propagato il fenomeno degli auguri di compleanno a defunti, magari da decenni, che vengono ricordati con affettuosi omaggi esprimendo parole di grande affetto e rammarico per l’annosa assenza. Si legge infatti: “Ciao mamma, oggi sarebbero stati 98”, “Nonno mi manchi tantissimo, auguri per  i tuoi 114 anni”, “Amico carissimo, non ci vedevamo da 52 anni, ma ora sei sempre con me”. Pensieri grondanti lacrime e dolore accompagnati da amorevoli immagini tutto cuore anche per la festa della mamma, del papà, del nonno, dello zio, del cugino e della suocera defunta. Parenti e amici ormai nell’ossario, che in vita non erano mai stati considerati neppure di striscio, con l’avvento dei social network si trasformano in angeli sempre presenti nelle pagine dei vivi. Mentre, al cimitero, si torna nel dimenticatoio reale: tombe in stato di totale abbandono che ospitano quegli stessi parenti compianti accoratamente on line.

Insomma, non fiori ma tanti

Rincuora comunque l’ormai nota certezza che, a differenza degli umani, il network non dimentica i propri defunti: i profili restano per sempre.

Clic!

Eh…

34 risposte a "Compleanni defunti, i miracoli di FaceBook"

    1. I cimiteri così fastosi mi prendono male. A prescindere dalla mia scelta personale di farmi cremare e poi disperdermi nel vento, preferisco i piccoli cimiteri di campagna o quelli dei piccoli paesi americani, magari immersi tra alberi a cespugli, dove mettono piccole lapidi con solo nomi e date.
      Mi danno più serenità.

      Piace a 2 people

      1. Già, quelli sono incubi reali! Il resto forse è proprio il tentativo che molti fanno di sfuggire a tutto ciò rintanandosi nelle loro bare social e partecipando a questi riti dove si è tutti amici, si è tutti rivoluzionari e tutti condividono il proprio nulla!

        Mi piace

    1. Io ho la mia pagina ufficiale col il link del blog, nessuno la considera. Su FB scrivo poco, di solito condivido argomenti su arti varie, musica, mostre, o cinema, e arrivano due like muffi. Una volta ogni mai posto una boiata ed arrivano approvazioni a iosa. :-/

      Piace a 2 people

  1. Che ansia! Dovrebbero far sì che i profili si chiudano da sé dopo la morte, ma andrebbero messi da tutti i dati reali. Sarei d’accordissimo nell’usare tutti i propri dati veri (oppure non usare i social), in modo da essere più responsabili di ciò che si scrive… grammatica compresa xD

    Piace a 1 persona

  2. Mi trovi d’accordo. A me fb ha ricordato per anni il compleanno di un’amica morta di tumore poco più che trentenne e le sue app che stava giocando e consultando l’oroscopo del giorno, non ti dico lo strazio, ma ho risolto non usando più il mio profilo personale e restando solo con quello di Shioren dove non ho persone che conosco davvero… non ne avevo, perché ora le ho anche lì. <.<
    Buon weekend.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...