Scrittura

SF

Prima di iniziare questa lettura leggete l’inizio della storia cliccando qui

https://evaporata.com/2017/07/22/storia-fresca/

altrimenti vi perdete il nonsenso.

Tonino e la chitarra seconda parte

Piano e con la massima cautela la sfiorò con le dita, l’accarezzò come si accarezza un bimbo appena nato. Poi, facendosi coraggio la prese tra le mani e provò a strimpellare qualche nota. Anche il suono era speciale, un suono incantevole quasi magico, oppure era lui che sapeva suonare così bene da renderlo magico.

Sedette sotto l’albero con in grembo la chitarra, rimase in quella posizione per lungo tempo, osservandola e accarezzandola ancora per sincerarsi che fosse vera e tangibile. Dimenticò il Natale, il dolce, la famiglia e tutto il resto come ipnotizzato da quell’oggetto che aveva tanto sognato di possedere.

Immaginò di far carriera come cantautore, andando in giro per il mondo a raccontare in musica le storie della sua terra, lui con la sua magnifica chitarra. Vedeva i famigliari orgogliosi del suo successo e felici per il benessere che lui gli donava con i sostanziosi guadagni musicali.

Aveva già in testa mille melodie per accompagnare le parole che gli sgorgavano dal cuore, canzoni su canzoni uscivano a fiotti riempiendo tutta la sua memoria. Vedeva almeno una decina d’album pronti con titoli e copertine disegnate…solo nella sua testa ovviamente.

Perso tra viaggi e concerti degni di una star, illuminati da bagliori di luci cangianti, scorse tra quelle luci una figura. Era l’angelo custode.

Tonino si alzò deponendo delicatamente la chitarra e si avvicinò alla divina creatura per abbracciarla e ringraziarla del regalo, ma si accorse di cingere il nulla infatti le sue mani restavano vuote. Allora chiese all’angelo se l’aveva sentito suonare e lui rispose che proprio per questo aveva deciso di premiarlo regalandogli quello strumento, perché meritava di poter cogliere e diffondere le proprie doti artistiche.

Tonino lo ringraziò pieno di commozione e promise che avrebbe usato nel miglior modo possibile il dono inaspettato.

L’angelo scomparve e il ragazzo si accomodò sull’erba a suonare per lungo tempo senza fermarsi.

Tornato a casa, dopo aver depositato la chitarra in un luogo sicuro dove nessuno poteva arrivare, vide che era passata solo un’ora da quando ne era uscito e la mamma lo invitò a sedersi a tavola per il pranzo di Natale.

La luce del mattino era intensa e Tonino fu svegliato dal trambusto dei fratelli che si preparavo ad uscire. Si alzò dal letto e corse fuori per recarsi al nascondiglio e controllare se la chitarra era al sicuro.

Sollevò il fogliame e le assi che aveva usato per coprire la tana e, con enorme dolente stupore, non trovo più la chitarra.

Si guardò in giro per vedere se c’era qualcuno, poi rovistò nei dintorni. Cominciò a scavare dappertutto con le mani e con le unghie per cercare il prezioso dono. Quando fu persuaso che la chitarra era sparita si disperò piangendo e lamentandosi: “Ma chi può essere stato, chi ha scovato il mio nascondiglio, chi?”

IO!

E, mentre sentì la voce, vide che proveniva dall’angelo custode.

Io mi sono ripreso la chitarra!

Perché?

Chiese il ragazzo.

Che cosa ho fatto di male, per quale motivo mi fai un regalo e poi me lo togli? Che cosa ho combinato per meritarmi questa punizione?

Non è una punizione Tonino – continuò l’angelo – è che hai sognato ed io ti ho seguito dentro il sogno: Natale è ben lontano, non senti che si schiatta di caldo? Oggi è il 23 di luglio!

10 thoughts on “SF

      1. io sogno spesso che sono al confine tra Slovenia e Croazia. Mi inseguono, vogliono uccidermi. Mi nascondo in una vecchia casa abbandonata, ma alla fine mi trovano sempre.

        Se però non facessi questi sogni, probabilmente non avrei lo stimolo per raccontarmi.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...