Freak · Scrittura · Selvatica-mente

Mit gallinen* (sogni di gallina)**

*Storiella veloce di lunedì mattina*

Crestina (per gli amici Tina) la gallina ballava il tango dentro una vetrina lungo le strade di Nuova York.

Lei era schiava di un malandrino che la teneva dentro un tombino per darla in pasto ai turisti che inserivano dollari tristi nella fessura della teca dove stanziava la povera gallina. Ad ogni soldo scattava una molla che la spingeva in mezzo alla folla e la obbligava far giri di danza per guadagnarsi un po’ di pietanza.

Tina sognava di uscire un bel giorno e posare le zampe nei prati soffici di erba verde e profumata dove qualcuno l’avrebbe allevata non per mangiarla ma per carezzarla.

Un giorno passò una mesta fanciulla che si sdegnò nel vederla appassire dentro la teca a fare la schiava. La fanciulla era mesta poiché il fidanzato la teneva al guinzaglio ostentandola come un orpello per la sua bellezza che era tale da farla assomigliare a un gioiello. Lui per acchetare la propria coscienza la copriva di doni costosi ma senza darle gesti affettuosi.

La dolce fanciulla, chiamando all’appello la coscienza dell’uomo, chiese di regalarle la povera gallina che diventò la sua beniamina.

Le due creature scambiandosi affetto divennero forti e indipendenti. Fondarono una società per cucinare frittate da barattare con altre cibarie.

Così Tina la gallina e la mesta fanciulla, insieme e lontane dagli schiavisti che le volevano rinchiuse e tristi, vissero libere con altre creature godendo serenamente di quel che offriva la terra naturalmente.

Bozza di storia del piffero da mettere nel cassetto per ricamarci su quando ne avrò voglia. 😀

**© By Nadia Mogni alias Evaporata

 

18 thoughts on “Mit gallinen* (sogni di gallina)**

    1. E invece io quella gallina l’ho vista davvero la prima volta che sono stata a New York. Non ho potuto riscarrarla perché mi mancava il moroso che mi faceva i regali. Però lei me la ricordo bene.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...