Scrittura

Variazioni sul tema

Alcuni concorrenti eliminati dalla cucina di MasterSCHIF, per scelta dei super giudici Carlo Brocco, Antonino Canovaccio, Bruno Parrucchieri e Joe Bastiancontrario, decisero di prendersi una piccola rivincita. Ispirandosi al racconto della famosa scrittrice Evaporata, intitolato “Vita morte e cenacoli”, li invitarono a una cena preparata in armoniosa collaborazione.

Gli illustri ospiti, ovviamente, dovevano mangiare tutto ciò che veniva offerto con la devota professionalità che gli esclusi avevano appreso proprio da loro.

La fastosa cena iniziò dalle portate che convenzionalmente dovrebbero essere gustate a fine pasto.

Alle venti in punto i divi della cucina si misero a tavola. I piatti erano candidi per nulla togliere al sacro splendore delle vivande: il loro biglietto di passaggio sulla barca di Caronte; giacché, essendoci la possibilità che morissero per indigestione, l’inferno li avrebbe accolti a fiamme aperte.

Iniziarono partendo dal fondo con i dolci accompagnati da meravigliosi vini passiti e fragranti.

Assieme con i vini entrò una trionfale torta di nozze a quattro piani, uno per ogni astante. Alla sommità vi erano quattro statuine di marzapane che riproducevano perfettamente ognuno dei famosi cuochi.

Le statuine furono divorate per prime. Nessuno mangiò se stesso, ognuno scelse chi portarsi dolcemente dentro. Era una specie di rito, un simbolo di complicità.

Ogni piano della torta era ideato da un allievo eliminato.

Quello di Lisa, pan di spagna a strati inzuppato con liquore al cioccolato, alternato a crema chantilly e panna soffice aromatizzata con zenzero, cannella, peperoncino, noce moscata chiodi di garofano, lo mangiò Bastiancontrario.

Il piano di Francesco, composto da massicci cupcake di tutti i colori e sapori, fu sbafato da Bracco.

Gildo era rappresentato da blocchi di cioccolati differenti che farcivano pasta di mandorle; eccelsa prelibatezza toccata a Parrucchieri.

Non poteva mancare un piano di crostate ben arricchite con crema pasticcera: la parte di Livio, composta inoltre da varie tarte tatin sopraffine colanti melassa spessa e robusta come Canovaccio che doveva ingurgitarla.

Finita la torta arrivarono macedonie di frutta, esotica, di bosco, mista, sulle quali caddero badili di gelato mille gusti.

Poi comparvero i dolcetti. Tutta la famiglia della piccola pasticceria era rappresentata, dai bignè al cannoncino, senza dimenticare i famosi macarons.

Benché i quattro fossero in delirio mistico dolciario, gli allievi li recuperarono offrendogli un intermezzo esecrato: il classico sorbetto al limone miscelato con latte di suocera.

Verso le 23 arrivarono i secondi di pesce, poi le carni e la cacciagione; i formaggi rappresentavano ogni regione del nostro paese, esattamente come i primi piatti e gli antipasti che vedevano l’Italia unita come mai era stata.

Finirono alle 8 di mattina: dodici ore filate di masticazione feroce, giusto in tempo per assaporare una ricca prima colazione composta da brioche varie, cappuccini in ogni declinazione e un vasto assortimento di torte caserecce.

Dolce inizio e dolce conclusione per i severi giudici di MasterSchif che, essendo sopravvissuti alla prova degli aspiranti cuochi, furono premiati con un soggiorno offerto dalla Società Purghe e Spurghi nel proprio resort “Sottoilnaviglio” dove trascorsero una settimana collegati in punta di culo direttamente all’impianto fognario.

Topi, ratti e pantegane, di ogni ordine ed estrazione sociale, migrarono in località più salubre per evitare di estinguersi a causa delle evacuazioni mefitiche dei quattro megalomani cucinieri.

topo

4 thoughts on “Variazioni sul tema

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...