Opinione

NEL DUBBIO: TUTTI MORTI AMMAZZATI

Oggi mi butto sulla retorica più triste.

Il mondo che ci circonda e che abbiamo contribuito a costruire.

FONTE ANSA:
“Dodici persone, turisti messicani ed egiziani loro guide, sono state uccise per errore durante un’operazione delle forze di sicurezza egiziane contro ribelli affiliati all’Isis. Il gruppo si trovava a bordo di quattro fuoristrada in una zona proibita del deserto occidentale. Altre 10 persone sono rimaste ferite”.

Hanno commesso l’errore di spostarsi in una zona proibita.

Nel dubbio: tutti morti amazzati

PREGHIERA DELL’ASSENTE

:-/

13 thoughts on “NEL DUBBIO: TUTTI MORTI AMMAZZATI

  1. In quei posti se non rispondono con le armi finiscono ammazzati… sinceramente, se era una zona proibita, perché attraversarla? Non era segnalata? Allora lì l’errore è delle guardie… in caso contrario se la sono cercata.
    Come facevano a sapere che sarebbero stati innocui? Purtroppo in quei posti sono altamente pericolosi e ogni due giorni l’isis distrugge vite e patrimonio culturale… anche i turisti devono stare attenti a cosa fanno e dove vanno.

    Mi piace

  2. Conosco l’Egitto e la sua gente. Ho degli amici lì e ne ho molti altri negli stati arabi, oggi oggetto di cronaca. E ho paura! Una paura che non so spiegare, che scorre nelle vene con il sangue, che senti dentro. Ed è una paura vera! Concreta. Viva… Sarà perché ho conosciuto certa gente, assistito a scene amare, vissuto tragiche realtà. Sarà perché ho ascoltato discorsi assurdi e deliranti che mi hanno freddato, ma io ho sempre temuto la cecità culturale di tanti e l’ignoranza di tanti altri. Li temo da oltre vent’anni; da quando cominciai a viaggiare e vedere. Da allora, solo tristi conferme.

    Mi piace

    1. Sono stata in Egitto nel 2008 e già allora i pullman turistici viaggiavano con la scorta armata, e non in luoghi proibiti, ma negli itinerari programmati dalle agenzie di viaggio. Mi aspettavo di trovare i fasti di un’antica civiltà intelligente e avanzata, ho visto la Valle dei Re e le piramidi in stato di disastroso abbandono dentro un paese ormai morente dove l’immondizia si mescolava alla visione della Sfinge come fosse un vecchio gatto spelacchiato e rantolante. Una delusione immensa. E adesso non esiste neppure più il mitico museo del Cairo. Che tristezza. 😦

      Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...