Uncategorized

Londra caccia gli italiani

Leggete e meditate.

Il simplicissimus

Anna Lombroso per il Simplicissimus

È bastato dire “mettetevi nei loro panni”, “provate a presentarvi dove nessuno vi vuole”, che eccoci serviti: il ministro dell’Interno  inglese Theresa May in un editoriale sul Sunday Times interpreta in salsa britannica la libertà di movimento nell’Ue, come dire fermiamo quelli che pretendono di venire qui e approfittare del nostro Welfare, delle nostre garanzie, dei nostri diritti senza avere un contratto in tasca.  Non sappiamo se la dichiarazione della May sia un auspicio o l’annuncio di un vera e propria limitazione della libera circolazione dei cittadini compresi o primi tra tutti  i 57mila cittadini italiani arrivati in Gran Bretagna tra marzo 2014 e lo stesso mese del 2015, una percentuale non piccola dei 330 mila nuovi  immigrati  che hanno guardato con speranza le bianche scogliere di Dover o preferibilmente i corridoi degli aeroporti   londinesi.

Hanno già un soprannome “benefit cheaters”,truffatori del welfare, sospettati…

View original post 724 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...