Opinione

Il mondo e le stelle

E come “mondo” intendo l’umanità civilizzata che occupa il pianeta terra.

Mentre scrivo queste parole la radio sta diffondendo il brano “Starman” di David Bowie.

L’occasione è il ritorno dallo spazio si Samantha Cristoforetti la scienziata che, dopo una missione durata 200 giorni sulla Stazione spaziale internazionale, oggi torna sulla terra.

in missione
in missione

Sarà un momento bellissimo per lei, per noi italiani che una volta tanto abbiamo qualcuno di cui andar fieri, e per tutti i collaboratori del progetto.
Dopo i controlli e la quarantena di rito, la donna avrà qualche mese di inebriante notorietà (di cui magari non le importa più di tanto), osannata e riconosciuta da tutti noi, grati per orgoglio nazionale.
Dopo, lei tornerà al proprio lavoro, sicuramente fuori dal comune, carico di sacrifici ma ricchissimo di soddisfazioni personali e professionali, donando nuove e preziose informazioni alla scienza; e, quasi certamente, questa è la sua autentica aspirazione.
Astro Samantha, come viene chiamata sui social network che per tutti questi mesi l’hanno seguita, osannata, stimata, quasi adorata come una stella del cinema anche da chi non sa neppure quale sia esattamente la sua missione, è quindi il personaggio del giorno.
OGGI!
Ma l’11 giugno 2016 chi si ricorderà di lei? A parte gli addetti ai lavori e quattro gatti appassionati per l’argomento: nessuno.
Credo che, già il prossimo autunno, quando riprenderanno i quiz preserali e Gerry Scotti chiederà ai concorrenti di turno il nome dell’astronauta italiana tornata a giugno dallo spazio, nessuno ne ricorderà il nome.
Purtroppo è così che funziona.
Pensateci un attimo: chi di noi ricorda il nome completo di Astro Luca, colui che l’ha preceduta nel 2013. Se non cerchiamo su google, col piffero che ci torna in mente. Eppure anche lui fece il pieno di gradimento su Twitter e media vari.
Il mondo ricorda il nome di Steve Jobs perché tiene in mano tutto il giorno l’ultimo Iphone, ma fra 50 anni pure il guru di Apple sarà seppellito nel dimenticatoio da ninnoli high tech di nuova generazione e nuovi marchi.
Ammesso che tra cinquant’anni esista ancora il mondo.

 

TERRA
TERRA

E le stelle?

Probabilmente sì!
Probabilmente sì!

12 thoughts on “Il mondo e le stelle

  1. Gentile amica, ma perché tutto questo pessimismo ?
    Ti chiedi se c’è gente che si ricorda come si chiama AstroLuca ?
    Si chiama Parmitano, ma è conosciuto pure nelle varianti di : Parmisano, Palmisano, Parmitino, Parmesano, Palermitano, Palpitano, Parmigiano e Palpitano. Ultima entry : Pannitano.
    E anche la Cristoforetti ha già subito storpiature del cognome.
    Ma non è questo il punto. A prescindere da come si chiamano e da come le persone se li ricordano, hanno lasciato le loro tracce.
    Sta a noi poi, tramutarle in qualcosa che ci serve o no nella vita.
    Io, il nome di AstroLuca, non c’è bisogno che me lo cerco su Google, perché anziché vederlo come un personaggio, l’ho visto come una persona. E così tanta altra gente. Poi, certo, ci sarà sempre chi osanna, chi critica, chi esagera, chi va dove soffia il vento.
    Ma ti assicuro che, in generale, basta davvero poco per cogliere ciò che ci sta intorno, dipende solo da noi.
    Ah sì… e tra 50 anni ci sarà la Terra, e ci saranno le stelle… sta a noi preservarle.
    E’ il messaggio che ci stanno dando persone come Sam e Luca…. sta a noi coglierlo 😉
    Un caro saluto 🙂

    Mi piace

    1. Gentile amico, ti ringrazio per l’attenzione e per la gradita esposizione del tuo pensiero. So benissimo che sta a noi, ossia l’umanità, non solo a godere ma anche a mantenere il bello e il buono che ci circonda. Peccato che siamo sempre noi, ossia l’umanità, a rovinare tutto.
      Tu forse hai la fortuna di vivere in mezzo ai migliori umani della terra ma, probabilmente, non sai che cosa succede nel resto del “mondo”.
      Un saluto a te con l’augurio di riuscire sempre a mantenere questo splendido ottimismo…nonostante il resto del mondo. 😀

      Mi piace

  2. E’ così cara Nadia, quanto effimero è tutto ciò che ci circonda. Ci sono persone in grado di passare sopra ogni cosa pur di ottenere un po’ di successo, denaro, potere, salvo rendersi conto, quando sarà ormai tropo tardi, che tutto ciò per cui hanno sacrificato i propri interessi, affetti, valori, non è altro che polvere.
    Eh già, mi sa che sono pessimista anch’io 🙂

    Mi piace

    1. Sai Andrea, se io fossi così pessimsta come qualcuno mi vede non sarei più al mondo da un bel pezzo, perché mi è proprio insopportabile in certe sue manifestazioni squisitamente umane (notizia di oggi: uno esce la mattina per andarea a lavorare e torna a casa senza un braccio tranciato da un macete in mano a un ragazzino disperato, e non nella giungla per difendere il sacro pasto. Roba di ordinaria ammistrazione ovviamente eh…). Invece io amo spudoratamente la terra e il mondo, proprio per questo mi rattristo enormemente quando vedo ciò che succede intorno a me anche se non mi tocca direttamente. Forse (e qui mi ripeto per l’ennesima volta) per qualcuno è sufficiente vedere in ordine il proprio orticello interiore per essere felice.
      A me non basta!

      Liked by 1 persona

      1. C’è tanto male e tanta tristezza al mondo, ma anche tanto bene e tanta bellezza e felicità. Non potrebbe esserci felicità senza la tristezza né bellezza senza orrore, so che è filosofia spicciola ma è così.

        Liked by 1 persona

    1. Per tante persone essere realisti, e vedere come stiamo messi veramente, significa essere pessimisti e basta. C’è gente che vuole solo sentire Modugno o i Negramaro che cantano “Meravigliosoooooooooo”. CECITA’ OSTINATA! E poi ci domandiamo perché le ingiustizie continuano tormentare l’umanità.

      Mi piace

      1. No , non significa questo.
        Significa non rinunciare a voler vivere, e sperare, emozionarsi e sognare, NONOSTANTE le ingiustizie e gli orrori che affliggono l’umanità.
        significa trovare il coraggio, pure quando si è a terra, e ti assicuro che capita spesso, di cercare il bello che è intorno a noi, per rialzarsi e cogliere quell’attimo che ti consentirà di trovare il senso a tutta questa follia.
        Significa non rinunciare a credere che l’uomo, nonostante tutto, può riuscire ad andare oltre, e capire lo spirito della Natura.
        Cieca ? Folle ? Forse .

        “Nella tua vita avrai molti motivi per essere felice, uno di questi si chiama acqua, un altro ancora si chiama vento, un altro ancora si chiama sole e arriva sempre come una ricompensa dopo la pioggia.”
        Luis Sepúlveda
        “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”

        “E se il bivio sarà impervio – quando gli ostacoli sembreranno insormontabili, quando la luce non arriverà a illuminarvi il passo – sappiate che a volte è necessario perdersi nel buio per potersi trovare. Abbracciate le difficoltà: impreziosiranno il percorso. Cercate le sfide: renderanno il passo più sicuro.”

        Luca Parmitano, “Alle mie figlie”

        Buon cammino 😉

        Mi piace

  3. Dimenticavo… tutto questo non significa sedersi e stare a guardare, pensando che le cose si risolvano da sé… significa impegnarsi per cambiare le cose e fare la differenza, ovunque ci si trovi.
    Pure questo me l’ha insegnato astroLuca.
    Una delle sue poesie preferite, di Robert Frost, dice :

    “Two roads diverged in a wood, and I—
    I took the one less traveled by,
    And that has made all the difference.”

    “Due strade divergevano in un bosco, ed io-
    i scelsi quella meno percorsa e che ha fatto la differenza.”

    Detto questo, tolgo il disturbo, e scusa per l’intrusione, ma ho parlato col cuore poco fa. Con simpatia, iacinta

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...