LETTURE

L’ULTIMO TOCCO DI MEZZANOTTE

Il pendolo suonava il primo tocco di mezzanotte.
Una piccola lampada colorava con discrezione la stanza.
Giulio e Sara si erano amati intensamente fino a pochi attimi prima. Lui le accarezzava i capelli guardandole il viso. Le labbra di Sara si schiusero per regalargli un sorriso di tenera complicità che rese ancor più sereno il suo sguardo.
Mentre i loro corpi si stavano acquietando, Sara iniziò a scuotere sensibilmente le palpebre e il sorriso si trasformò in una squillante risata.
Giulio, sorridendo a sua volta, chiese incuriosito: “ Perché ridi?”
Sara non rispose alla domanda, ma si mise a parlare con una voce diversa, una voce che Giulio non aveva mai udito: “Ben trovato mio signore, finalmente sono riuscita ad arrivare fino a te. Lei non vuole che tu sappia della mia esistenza e mi impedisce di farmi sentire. Anche se non sa che ora sono qui, non ho tempo per parlare.
L’appuntamento è per domani a mezzanotte nel giardino dietro casa tua. Non mancare!”
“Sara, cosa stai dicendo. Vuoi forse iniziare un nuovo gioco?” Domandò Giulio divertito.
“Taci, non dire altro. Se verrai, domani ti spiegherò”.
Pochi istanti dopo gli occhi di Sara si chiusero e si riaprirono lentamente. La sua voce era quella di sempre mentre diceva: “Amore, ho sonno. Domani dovrò svegliarmi presto, meglio che tu vada”.
“Va bene principessa. Buonanotte”. Rispose Giulio dandole un ultimo bacio.
…”Che donna fantastica è Sara”, pensò compiaciuto, “La frequento da un anno e sembra un giorno. Non mi annoio mai, anche se passiamo tantissimo tempo insieme; riesce ad essere sempre diversa, piena di idee simpatiche e divertenti.
Chissà che gioco mi proporrà questa volta”.
Sara infatti si dilettava ideando giochini mentali e storie da interpretare con gli amici e con Giulio; ovviamente per lui inventava maliziose storie d’amore.
La sera seguente, entrambi puntualissimi, si incontrarono come previsto.
Giulio, non sapendo nulla del personaggio a lui assegnato perché Sara si era limitata ad abbozzare il proprio, si avvicinò dicendo: “Buonasera bella signora. Spero di avere maggiori spiegazioni ora che siamo soli”.

Se vuoi conoscere il seguito di questo racconto puoi leggerlo sul mio libro “Storie di un illustratore di coriandoli” che puoi acquistare cliccando sulla pagina qui sotto indicata

https://evaporata.com/pubblicazioni/

oppure su questa copertina

Libro
vincitore del 1° premio nel concorso internazionale “Autori per l’Europa 2009”

One thought on “L’ULTIMO TOCCO DI MEZZANOTTE

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...