LETTURE · Scrittura

SOLA D’ESTATE

Stesa nel letto, con le persiane chiuse per trovare un po’ di frescura, giro e rigiro togliendo anche l’ultimo indumento: pure l’esile slip m’infastidisce.

Non c’è verso di riposare, né assumere una posizione comoda per rimanere almeno coricata ad occhi chiusi. E’ quindi inevitabile avvertire la carezza del lenzuolo su tutto il corpo, la pelle è particolarmente sensibile quando dormo nuda, solletica le parti intime il solo pensiero della mia nudità. Ancor più succede se sono sveglia avvolta dall’inquietudine che l’insostenibile calura provoca.

Per distogliere i pensieri mi tocco il seno. Mi piace toccarmi, palpare il mio corpo immaginando le mani di un maschio che teneramente cerca le mie forme asciutte ma gonfie di “voglia”. Così i capezzoli diventano turgidi e sensibili, li massaggio con le dita umide di saliva. Piano, piano proprio per distrarmi e assaporare il bello del mio passatempo preferito, la masturbazione.

By Evaporata
Continua a leggere la mia storia su questo libro

Tutte le storie
Tutte le storie

Clicca questo link per acquistare i miei libri

https://evaporata.com/pubblicazioni/

 

 

One thought on “SOLA D’ESTATE

  1. L’autoerotismo di una donna è davvero sensuale e magico, sa di desideri puri e inconfessabili, di aromi ormonali infinitamente intimi e delicati, penso sia talmente sinaptico che non ci sono parole idonee a descriverlo…ma solo sospiri ad occhi chiusi…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...