Insofferenza · Lifestyle

AVVISO AI TRAPANANTI

In queste settimane di ferie obbligate causa cassa integrazione, essendo in casa la mattina, sento spesso qualcuno suonare il campanello. Guardo fuori e vedo persone sconosciute più o meno di buona presenza, ben vestite ed educate, quasi sempre uomini soli o al massimo in coppia.

La categoria è quella dei bidonisti, trapananti o truffatori di bassa lega.

L’ultimo in ordine di tempo è passato ieri. Un tipo sulla trentina, alto, elegante, non bello ma con la faccia rassicurante (sembrava un giovane prete in borghese). Chiedeva di entrare per restituirmi denaro che l’Enel s’era accorta di avermi addebitato in più su bollette già pagate.

Ho subito pensato che, se non era un aspirante scrittore di romanzi fantasy che intendeva intervistarmi per conoscere il segreto del mio “non ancora conclamato” successo come scrittrice, doveva per forza essere un trapanante, ossia un dispensatore di fregature atte ad estirpare soldi a poveri cristi poco informati.

Evito qualunque commento sull’invasione di questi disgraziati che purtroppo, spesso, riescono a truffare anziani  o sprovveduti che si lasciano incantare dalle loro parole, voglio invece informarli (qualora leggano il mio blog) che sono fulminata, ma non rincoglionita perciò conosco tutte le fregature che offre il mercato degli imbroglioni.

Quindi se intendono entrare in casa mia per togliermi soldi è bene sappiano che:

1 – sono squattrinata peggio di Paolino Paperino,

2 – devono essere simili a Rugter Houer in Blade runner – Sean Connery o Christopher Lambert in Highlander – Brad Pitt in Ti presento Joe Black, Bono degli U2 o Stewart Copeland dei Police (Sting non mi piace), ma anche Manu Chao o Derek Morgan di Criminal mind. Come vedete la scelta è varia quindi c’è la possibilità di accontentarmi,

3 – per entrare devono essere provvisti di effetti molto speciali tipo catapulta per farsi lanciare sul balcone, ariete per abbattere il portone, sonnifero per squali e coccodrilli che vivono nel fossato davanti a casa mia.

Non mi soffermo a descrivere che cosa succederebbe loro una volta entrati nel mio accogliente antro per gli ospiti graditi, ma pericolosa trappola per malintenzionati.

E, come dice il proverbio, trapanante avvisato…

Pace e bene a tutti.

Evaporata per gli amici: Buonaseeeeeraaa
Evaporata per gli amici: Buonaseeeeeraaa
Evaporata per i malintenzionati: SPARISCI!
Evaporata per i malintenzionati: SPARISCI!

6 thoughts on “AVVISO AI TRAPANANTI

  1. Sei meravigliosa, credo tu sia sincera veramente, credo tu sia reale, credo che mi sarebbe piaciuto conoscerti se non fosse per tutto sto tempo che mi porta via..ciao

    Mi piace

  2. Anche qua, di tanto in tanto, si presentano i trapananti spappolanti. Generalmente li lascio parlare per un po’, e quando sono belli infervorati e speranzosi di avermi agganciato, butto lì una domanda del tipo, “ma il motore elettrico è del tipo IE3 a norme IEC600034? Mi mostra il certificato relativo?”, oppure “Qual’è la vostra policy di traffic shaping?”, o anche “mi sa dire la variazione di conducibilità specifica a seguito della variazione dell’esponente di attività dello ione idrogeno che vanta il vostro purificatore?”. Sono tutte domande legittime e pertinenti (non chiedo le proprietà endocroniche della tiotimolina risublimata…) ma a quel punto il trapanatore annaspa, boccheggia, tentenna, divaga, come il classico scolaro che non ha studiato.
    Se è furbo ha capito che non è aria e rinuncia seduta stante, se invece è un allocco si impegola in argomentazioni delle quali non ha la proprietà e che (lo confesso) mi diverto a smontare senza pietà.
    I migliori di tutti sono i testimoni di Genova. mai mandati via, neanche una volta, se ne sono sempre andati da soli per sopraggiunto sfinimento dialettico.
    Comunque, a parer mio, dovresti provare ad aprire la porta a qualche trapanatore, ovviamente innocuo, e starlo ad ascoltare per un po’. Non hai idea di quanti spunti di ispirazione si riescano a cavare fuori dalle loro proposte farlocche, Loro fanno della fantasia applicata alla mendacia la loro “ars” e perciò sono una vera miniera da sfruttare.
    🙂

    Mi piace

    1. Ricordo bene a Praga come hai masticato quel ragazzo che aveva commentato qualcosa su di te mentre leggevi le fermate del bus. Ma ancor di più quel povero avvinazzato (anzi abbirrato, data la collocazione) davanti alla birreria più birrosa della città, che ti si era avvicinato per chiedersi soldi (probabilmente) e non sapeva più come liberarsi delle tue parole. Tido ancora adesso, e ho pure immortalato la faccia disperata del tipo. 😀

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...