Insofferenza

Una Mano, due mani, tre mani…

Corriamo attraverso strade e vicoli bui sapendo di dover fuggire.

Siamo in tanti, ma ognuno deve pensare per sé, e lo sa.

Sappiamo che loro ci inseguono perché hanno fame.

Ci chiedono per pietà di lasciarci addentare.

Ma non possiamo dar loro soddisfazione perché sarebbe la fine:

diverremmo anche noi divoratori di vivi.

L’alba color ocra sbiadito e marcio comincia a schiarire il buio.

Siamo rimasti in due, vivi, in mezzo alla grande piazza.

Sul selciato ci sono soltanto mani, una mano, due mani, tre, tante mani mozzate ancora sanguinanti, e poi dita.

Tante dita, ma corpi non ne vediamo.

Poi all’improvviso un grido straziante richiama sul tetto dell’antico palazzo la nostra attenzione.

Ne è rimasto uno.

Brandelli di carne putrefatta che cammina.

Urla pregando di fermarci.

Noi fuggiamo.

Lui si butta dall’alto sul tappeto di mani e porfido durissimo.

Per un istante sembra finito.

Ma subito si rialza.

Ha troppa fame.

Raccoglie quel che resta del suo cadavere.

Allunga un braccio verso di noi.

Cerca una disperata fonte di sopravvivenza.

E noi…

Ricominciamo a correre.

...

9 thoughts on “Una Mano, due mani, tre mani…

  1. Il tuo scritto da un’idea di incubo,non posso cliccare mi piace, ma fa pensare che chi ha avuto un’infanzia difficile può subire sognando altre cicatrici mai dimenticate tanto da scriverle poi come una pagina dei migliori scritti orror….. 😦

    Mi piace

    1. Non mi aspetto certo tanti “mi piace” perché è proprio un film horror, peccato che sia la semplice e scarna descrizione del sogno fatto la notte passata….senza scendere in particolari. E, comunque, continuo a guardare con gioia il tuo splendido ottimismo. 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...