Lifestyle · Opinione

NON FIORI MA OPERE DI PENE

Non è un errore di quelli che faccio spesso quando scrivo. Avete letto bene si tratta di “pene”.

Ma ora,  per evitare di essere “smantellata” moralmente, voglio precisare che cosa intendo dire con questo titolo ambiguo.

Innanzitutto: non si vive di solo “pene”, ma nemmeno di soli “fiori”.

La metafora è il mezzo che preferisco per esprimere i miei pensieri, e qui mi piace assai.

Per  “fiori” intendo le preziose carinerie,(sempre ben accette e assai gradite da noi donne), che a volte sostituiscono un gesto d’affetto, una carezza, un abbraccio, ma anche una sana scopata fatta come si deve e non la solita sveltina del sabato sera tanto per dire che anche questa settimana almeno una volta l’abbiamo fatto.

Nel cotesto odierno non sto parlando di me poiché attualmente sono single e quindi prendo quel che passano le dame di carità (in questo caso dovrei dire “dami”), purché sia di mio “godimento”, altrimenti c’è sempre il self service che funziona più che bene, non rompe l’anima ed è disponibile secondo necessità personali, oltretutto è sano e non sporca.

L’ho già scritto tante volte, (mi ripeto e ripeto anche che mi ripeto, ma alcuni concetti sono difficili da recepire), il mio rapporto ideale è quello raccontato nel film “Amici, complici, amanti”. Casualmente una storia d’amore gay, io sono eterosessuale ma questo è un film che, secondo me, parla d’amore come nessun altro mai è riuscito a convincermi. Men che meno quelle assurde fetenzie genere “Tre metri sopra il cielo”, roba che può durare giusto il tempo dell’adolescenza oltre il quale si decompone in sms o post it con su scritto “vaffanculo”.

Mi piacerebbe incontrare un uomo che oltre a dichiararmi il suo affetto (ma a me piace ancora sentire “ti amo” ), sappia capire che se non indosso la collana che mi ha donato dicendo: “vedo che non ne metti mai, quindi ho pensato di regalartela”, il motivo non sarà che mi mancano tre euro per comprarmi una collana al mercatino delle pulci. Chiedo troppo? Va bene, soprassediamo sul fatto che a volte manca la voglia di sforzarsi per cercare una baggianata originale per fare un regalo gradito.

Parliamo invece di ciò che dovrebbe essere insito in un rapporto di coppia sano, schietto, onesto e sincero: la libertà di confidarsi reciprocamente anche le carenze che rendono più bello e più facile stare insieme. Vorrei poter “dire”, e non stare zitta per amor di pace o per paura di incrinare un precario equilibrio formale che in realtà barcolla come un ubriaco.

Dico “vorrei”, perché essendo per natura una che non riesce proprio a stare zitta, ho mandato a monte più di una relazione sentimentale proprio per il vizio di esprimere in tutta sincerità alla persona che amavo il mio malcontento per cercare di stare meglio entrambi. L’ultima relazione seria che ho avuto (durata poco più di dodici mesi e non da tempo di nozze d’oro come potrebbe essere plausibile pensare) è finita ormai da oltre un anno, formalmente per colpa mia. In realtà per una sorta di censura con la quale lui aveva coperto il mio malessere: molto semplicemente e candidamente avevo lamentato la mia insoddisfazione nei confronti delle sue prestazioni sessuali, non che pretendessi l’intero catalogo del kamasutra, ma ogni tanto qualcosa di più intenso della missionaria posizione tenuta per 10/15 minuti in quasi totale silenzio, seguita da bacino della buonanotte e immediato russare profondo.

Insomma, mi piacerebbe essere amata e anche scopata con un po’ di tenero, caldo e profondo trasporto dall’uomo che amo e non da uno di passaggio.

Chiedo troppo?

Sembra proprio di sì, perché l’amato bene s’è allontanato da me accusandomi di fargli venire l’ansia da prestazione, per poi sparire completamente dalla mia vita dopo che lui medesimo mi aveva chiesto di rimanere in buoni rapporti perché “noi” ci s’intendeva troppo bene secondo lui. E pensare che io, per lui, ero la donna “speciale”, quella che avrebbe stimato per tutta la vita comunque fosse andata la nostra relazione, perché tra noi c’era armonia, e il bello del nostro stare insieme era proprio la confidenza reciproca che avevamo instaurato.

Ma allora perché la mia sincerità è stata così devastante? Avrei fatto meglio continuare a rimanere con lui serenamente silente e farmi sbattere da un focoso amante per sedare le mie voglie di amplessi fantasiosi ma troppo faticosi? Forse è così che funziona. Ma non per me.

E’ un mondo sempre più difficile, anche dentro il letto…

Sempre loro i migliori amici...
Sempre loro i migliori amici…

18 thoughts on “NON FIORI MA OPERE DI PENE

  1. Credo che sia in un sesso che nell’altro (non volevo dire “senso” ;-)) incontrare la persona che ti accetta davvero come sei richieda una vocazione al martirio, e sia fatto raro quanto una vincita al lotto.

    Mi piace

  2. E pensare che ho fatto DAVVERO il penalista per oltre 40 anni… Vuoi sapere come la penso (tanto te lo dirò lo stesso, non puoi ancora impedirmelo). Ci vuole tanto, ma tanto lato “B”. A questo punto ci vorrebbe una spiegazione “sul campo”, ma non ci casca nessuna. E quando non puoi farci niente, rimane solo una partita al bigliardino (almeno, lì sono imbattibile…)

    Mi piace

    1. Non intenzione di impedire commenti su ciò che scrivo (a meno che non siano contro la legge o bestemmie) quindi scrivi pure quanto vuoi. Il mio lato B è assai nobile, ma solo quello carnale. Quello innato che gli umani chiamano “fortuna” non è mai passato dalle mie parti. O, se lo ha fatto èstato perché me lo sono guadagnato con tanta fatica. 😉

      Mi piace

  3. Tag adorabili, degni del mio blog 🙂 Tutto sta a trovare la persona giusta: il fatto è che, in mezzo a tutti sti miliardi di persone che popolano la terra, è difficile! Comunque, a parziale discolpa del tuo ultimo compagno, devo dire che anch’io, quando ho fretta, dopo tre-quattro ore mi addormento 😉

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...