Lifestyle

AGNELLO DI DIO

Sono nata a Tortona in provincia di Alessandria, quindi pianura padana nonché profondo sud del nord Italia.

Da piccola abitavo in una casa di ringhiera nella cui facciata, sulla strada, c’era una macelleria dove all’epoca si usava esporre all’esterno agnelli e capretti sgozzati, appesi per le zampe posteriori, con la testa fasciata da carta bianca fradicia di sangue.

Per tutto il periodo pasquale io vivevo come un incubo l’uscita di casa poiché ero atterrita e sconvolta dalla visione di quelle povere bestiole che consideravo come sottoposte a martirio e non comprendevo il motivo di tanta crudeltà esibita con orgoglio dal commerciante di cadaveri.

Non ho mai mangiato in vita mia né agnelli, né capretti, né selvaggina di qualunque genere, mangio pollo quando sono costretta e, sporadicamente, manzo, ma talmente di rado che non ricordo nemmeno quando è stata l’ultima volta. Non sono vegetariana, ma la carne non mi piace proprio, preferisco il pesce però anche di quello ne mangio poco.

Ho un’autentica venerazione per il gelato e il cioccolato, adoro tutti i carboidrati in genere specie il pane che ritengo “il cibo” per eccellenza. Se potessi seguire i miei gusti mi nutrirei esclusivamente di pane, dolci e frutta, apprezzo qualche formaggio stagionato ma non le uova.

I carnivori convinti mi dicono che sono ipocrita perché dovrei dolermi anche per i poveri polli che sono allevati in modo ancor più crudele di come viene ucciso l’agnello del Signore.

E io gli do ragione, occhio non vede, cuore non duole, come recita il proverbio. Tuttavia mi sento in colpa quando mangio pollo o pesce, e sono contenta di non contribuire alla mattanza pasquale.

Questa è la più comune delle contraddizioni umane, ne sono vittima e ci soffro anche, quindi mi faccio pure del male.

Per questo non mi trovo per niente a mio agio in veste umana.

Buona Pasqua di contraddizione!

 

 

8 thoughts on “AGNELLO DI DIO

  1. sembra il mio ritratto gastronomico 🙂
    Quando i miei figli erano piccoli, ci siamo trasferiti in centro (prima abitavamo in una cascina isolata).
    Una mattina mio figlio mi chiama agitatissimo: “Corri! C’è un coniglio impiccato nella finestra di fronte!”
    Trattavasi del macellaio che aveva appeso i conigli in vetrina…

    Mi piace

  2. La mia contradizione è che nemmeno io mangio agnello ne capretto ,ma solo perchè è una carne che non mi piace,non mangio formaggio e latticini perchè sono allergica …purtroppo a me piace mangiare la carne anche se non la mangio spesso e devo dire che se si prende coscenza di come la macellano fa venire il senso di colpa,ma si vede che non è abbastanza grande per non mangiare la carne ….però mi nasce spontaneo un pensiero …se nessuno mangiasse la carne da sempre per mlillenni ntendo non esisterebbe nemmeno più un animale commestibile in circolazione ,perchè sarebbe estinto o in sopranumero tanto da doverli sopprimere lo stesso e sorgerebbe allora un altro problema di alimentazione per tutti gli umani …….. comunque ammiro chi sa mangiare vegetariano io non ne sono capace di mangiare solo pasta e verdura …ohiohiiiiiiiiiiiiiiiiii 😦

    Mi piace

    1. A parte noi umani tutti gli altri esseri viventi sono governati dall’equilibrio naturale su questa terra, quindi credo che certi scompensi non ci sarebbero. In ogni caso rammaricarsi, come faccio io, è come spandere lacrime di coccodrillo…

      Mi piace

  3. è un piacere averti trovato sulla mia “strada ” cinqìguettante 😉 …ho letto le tue parole e …non sono parole. Sono vegetariano convinto e piacevolmente, rispetto la natura e i suoi frutti con amore, amo allo spasimo ogni forma vivente, sostengo la causa animalista da tempo. Spesso mi rammarico anche io, ma poi penso, che ogni bacetto di un cane anzianotto dopo che l’ho fatto giocare un pò, mi far stare bene quanto il dolore di rimetterlo in gabbia… e ogni angelo peloso che riesco a far adottare in tutta Italia mi dona gioia e amore…Amore, quello vero, quello di un dio o Dio che dir si voglia per ognuno di noi che ho la sicurezza esistere solo per l’amore che ha instillato nelle creature viventi, uomo a parte. 🙂

    Mi piace

    1. Grazie a te Grabriele. Io sono animalista convinta, ma non riesco ad essere vegetariana e mi rammarico molto di questa contraddizione. Nei limiti delle mie possibilità evito di danneggiare gli animali, però i limiti sono davvero tanti e lo riconosco apertamente. 😦

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...