Opinione

IL CILE – Piano con l’effetto

Ciao Cile, questa mattina ho ascoltato la tua voce in uno staccheto di radio dee jay. Sappiamo tutti che per arrivare “lì” qualcuno con i controcoglioni ci ha impiegato anni e anni e anni e anni. Ti conosco solo da un mese, ossia dalla prima volta che ti ho ascoltato e ti sei piazzato con tutti i tuoi bagagli proprio al centro del mio cervello al punto che ho scritto un post su di te, suggerendo ai miei lettori di ascoltarti. Ho ricevuto solo un commento positivo, senza riserva, a supporto delle mie parole di entusiasmo nei tuoi confronti. Ma, si sa, le opinioni di una sconosciuta qual io sono stimolano i commenti sinceri e quindi chi non è d’accordo con me ha giustamente manifestato la propria idea sulla tua canzone.

Ora sei tra le braccia di Zeus Linus, voce onnipotente dell’etere. Non so come ci sei finito, comunque il tuo percorso in superficie (magari dopo anni e anni di duro lavoro in apnea sottacqua, cercando un buco tra le migliaia di voci che tentano di emergere, con incazzature a ventola conostatando che ciofeche da quattro soldi sono esplose nel suc-cesso con un semplice rutto) è stato velocissimo: da perfetto sconosciuto (per la massa) a probabile idolo canoro dei prossimi mesi.

Sai bene che non è merito tuo (benché tu meriti il successo), ma di radio dee jay dove qualcuno s’è innamorato di te e ha deciso di “darti il lancio” (quallo bello, non quello che si usa per scaricare la gente). Sì, io te e tanti altri sappiamo che per essere spalmati in ogni stanza della prima radio italiana è obbligatorio dannarsi l’anima o passare nel tritacarne dei talent show televisivi.

Oppure! Oppure entrare casualmente nelle grazie di qualcuno che ha il potere di mettere il tuo demo nelle mani giuste. Chissà come, forse una sera dentro una birreria con il grado alcolico a giusto livello hai detto una parola che è piaciuta a qualcuno che era lì per caso, e questo qualcuno era uno che è davvero “qualcuno” a tua insaputa. Insomma ciò che voglio dire l’hai capito.

Mi piace che chi mi piace riesca a farsi piacere. Ma mi sarebbe piaciuto di più che tu fossi piaciuto senza additivi mediatici di grosso calibro. Comunque alla fine ciò che conta è piacere e cominciare a viaggiare sull’onda giusta del piacere.

Però, Cile: il business è molto più cattivo e fa più male delle botte prese fuori dalla birreria, perciò vacci piano con l’effetto.

Con affetto dalla tua ammiratrice Evaporata.

Arazzo esposto alla mostra del patchwork di Praga

17 thoughts on “IL CILE – Piano con l’effetto

  1. E’ sponsorizzato dai Negrita e apre i loro concerti…
    Io ascolto 105, virgin e deejay. Per il momento non l’ho sentito su virgin, ma ammetto che ultimamente la ascolto poco… Inoltre hanno cantato in un programma televisivo…penso (e sottolineo penso) che se Il Cile ha avuto una spinta, questa consista maggiormente nella collaborazione con i Negrita. Tra l’altro mi pare abbia scritto qualche canzone del loro ultimo album.

    Mi piace

    1. Bella Luca! Grazie per l’info. Sì, anch’io l’ho visto spesso con i Negrita e so che apre i loro concerti, ma deejay lo sta pompando di brutto e non penso sia solo perché collabora con loro, benché ultimamente il capopelato sia ben inserito nell’alto dei cieli musicali. Tu pensa che io li andavo a sentire quando lui aveva un mucchio di capelli in testa, erano giovanissimi poco conosciuti e già bravissimi. Sono contenta per tutti quanti. 🙂

      Mi piace

      1. Ahahah, mi hai fatto tornare in mente Pau capellone! Era una vita fa, quando conobbi i Negrita con la canzone Sex…in quel periodo anch’io avevo i capelli lunghi…
        Anch’io ascolto musica un po’ diversa da quella che fa Il Cile, prevalentemente rock. Stavo per scrivere altro, ma il succo è il concetto che hai espresso nell’altro post in cui parlavi de Il Cile.

        Mi piace

    1. Guarda Antonio, uno così non mi scappava certo se era già un pelino famoso. Tu pensa che vengono nel mio sito misconosciuto per cercare notizie su di lui.
      Senza volerlo ci guadagno anch’io parlandone. 🙂
      Anzi adesso che ci penso, quasi quasi mi conviene se ci marcio un po’ 😉

      Mi piace

  2. Dai Luca, ma allora ti ricordi anche le prime volte che portava il bandanino per nascondere l’inizio della perdita del piumaggio! Senti ma non è che venivi al Thunder Road di Codevilla e magari ci siamo anche conosciuti. 🙂

    Mi piace

  3. Mi spiace, mai stato al Thunder Road, e a meno di coincidenze per la serie “il mondo è piccolo” è difficile che ci si sia conosciuti perché io vivo nella prov. di Cagliari.
    Io sono uno di quelli che ti ha conosciuto parlando de Il Cile. Qualche ora fa stavo litigando con il browser perché volevo dare un’occhiata al tuo sito e pensavo mi stesse rimandando allo stesso post nonostante cliccassi su “Home”.
    Non sarebbe peccato marciarci un po’, dopotutto gli hai fatto dei grandi complimenti nel primo post e in questo sei stata un po’ pungente ma perché ne riconosci la bravura…magari si ferma su questo sito anche lui è ci dice la sua…ci ho pensato perché anni fa ho scambiato qualche e-mail con L’Aura.

    Mi piace

  4. non preoccuparti Nadia (è sempre un onore leggere di me in questo blog)..tutto quello che c’era da bruciare l’ho bruciato anni fa, adesso devo solo capire come riciclare la cenere.

    il cile

    Mi piace

    1. Forse ti sei bruciato, ma non sei ancora cenere sei brace e la brace arde profondamente, lo sai. Quindi io resto qui ad aspettare la tua musica e la tua voce che presto avrò nelle mani e potrò godermi qualcosa, qualcuno che mi dà emozioni vive.
      E poi… Cile, visto che mi fai guadagnare lettori vedi di rimanerci per un bel pezzo in circolazione, così mi dai nuovi motivi per arricchire il mio blog. 😉

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...